Fede nuziale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Matrimonio.

Fede nuziale di tipo classico.
Una scena del matrimonio della Vergine in un affresco medievale, particolare delle fedi.
Fede di ferro che in Italia, a seguito delle sanzioni, veniva data a coloro i quali donavano la propria fede d'oro per sostenere lo sforzo bellico durante la guerra d'Etiopia

La fede (o vera) è un anello, generalmente in oro giallo, che viene scambiato nel rito del matrimonio dagli sposi come simbolo di legame e fedeltà per tutta la vita. La forma circolare simboleggia l'unione. La fede si indossa generalmente sulla mano sinistra al dito anulare, mentre nell'Europa Centro-Orientale, ed anche nella Penisola Iberica (tranne Catalogna), si usa metterla a destra. Viene messa all'anulare perché vi è la credenza che di lì passi una piccola arteria che risalendo il braccio arriva direttamente al cuore. Sempre più spesso il tradizionale oro giallo viene integrato con o sostituito da oro bianco, rosso o dal platino.

Nel matrimonio secondo il rito religioso è usanza che le fedi vengano portate all'altare dal testimone o da un bambino detto paggetto, legate ad un cuscino di pizzo dove il celebrante le benedice prima dello scambio.

Secondo diversi costumi, l'anello nuziale è l'ultimo di una serie di regali che si scambiano gli sposi in segno di giuramento prima di unirsi nel matrimonio; tra questi doni è compreso l'anello di fidanzamento.

La fede pesa solitamente dai 3 g ai 16 g e può essere realizzata in differenti modelli:

  • Classica, tonda e smussata.
  • Mantovana, più alta e più piatta e di solito più pesante.
  • Sarda, decorata come un pizzo chiacchierino. In Sardegna si usava anche, come anello di fidanzamento, "su maninfìde" (mani nella fede), in cui al posto del castone erano raffigurate due mani intrecciate, talvolta con un cuore al centro.
  • Umbra, con l'incisione del volto di una donna o di una coppia divisi da un bouquet di fiori.
  • Ossolana, proviene dalla Val d'Ossola, è l'espressione più significativa dell'antica tradizione orafa della zona. Essa riporta quattro simboli caratteristici: la stella alpina (che raffigura la purezza), il grano saraceno (che raffigura la prosperità), i nastri intrecciati (simbolo della perpetuità dell'unione) e le mezze sfere (augurio di prolificità).
  • Etrusca, piatta e decorata da scritte beneauguranti.
  • Francesina, sottile e leggermente bombata.
  • Ebraica, in filigrana smaltata con decorazione di perline.
  • Platino, molto rara e costosa e quindi poco usata.
  • Bicolore, constituita da due cerchi intrecciati di oro giallo e bianco.
  • Tricolore, costituita da tre cerchi intrecciati di oro giallo, bianco e rosso.
  • Unica, con incastonato un diamante.

Posizione[modifica | modifica wikitesto]

La fede è generalmente portata al dito anulare. A seconda della nazione cambia la mano utilizzata per portare la fede, contrariamente ad un pensiero abbastanza diffuso in Italia, la posizione non è influenzata dalla religione come evidenziato nella tabella seguente:

NAZIONE RELIGIONE MANO DELLA FEDE
Italia Cattolica sinistra
Romania Ortodossa sinistra
Romania Cattolica sinistra
Bulgaria Ortodossa sinistra
Turchia Musulmana sinistra
Francia Cattolica sinistra
Regno Unito Anglicana sinistra
Svezia Protestante sinistra
USA sinistra
Canada sinistra
Brasile Cattolica sinistra
Polonia Cattolica destra
Spagna Cattolica destra
Ucraina Ortodossa destra
Ungheria Cattolica destra
Ungheria Protestante destra
Norvegia Protestante destra
Germania destra
India destra
Colombia Cattolica destra
Venezuela Cattolica destra
Svizzera sinistra
Paesi Bassi destra
Russia Ortodossa destra
Grecia Greco-ortodossa destra
Danimarca Protestante destra
Austria Cattolica destra

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Moda