Febbre di Lassa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Febbre di Lassa
LassaRat.png
Un opuscolo del CDC sulla Febbre di Lassa
Malattia rara
Specialitàinfettivologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM078.8
MeSHD007835 e D007835
Sinonimi
Eponimi
Lassa virus.JPG
Una TEM di alcuni virioni di Virus Lassa.

La Febbre di Lassa o Lassa hemorrhagic fever (LHF) è una febbre emorragica acuta causata dal Virus Lassa descritto per la prima volta nel 1969 a Lassa, nella regione del Borno in Nigeria. Il Lassa virus è un membro della famiglia degli Arenavirus.

Storia ed epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

Patogenesi[modifica | modifica wikitesto]

La febbre di Lassa è una febbre emorragica virale trasmessa alle persone attraverso il contatto con alimenti od oggetti contaminati con urina o feci di roditori. L'infezione interumana o la trasmissione in laboratorio possono verificarsi attraverso il contatto diretto con sangue, urine, feci o altre secrezioni corporee di una persona con febbre di Lassa. Sono frequenti le infezioni nosocomiali. Nella maggior parte dei casi l'infezione è asintomatica; i casi gravi sono quasi sempre fatali per ipovolemia e insufficienza epatica acuta. Il tasso di mortalità generale è dell'1%, ma può arrivare al 15% nei pazienti ospedalizzati con malattia grave e al 30% nelle donne in gravidanza. I casi sono più frequenti in Africa nelle zone umide tra dicembre e marzo. La diagnosi avviene dopo isolamento del virus da sangue, secrezioni faringee o urina. Non esiste un vaccino per la febbre di Lassa. La terapia è sintomatica e di supporto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]