Febbre di Lassa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Febbre di Lassa
LassaRat.png
Un opuscolo del CDC sulla Febbre di Lassa
Malattia rara
Specialitàinfettivologia
EziologiaLassa virus
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM078.8
MeSHD007835
Sinonimi
Eponimi
Lassa
Lassa virus.JPG
Una TEM di alcuni virioni di Virus Lassa.

La Febbre di Lassa o Lassa hemorrhagic fever (LHF) è una febbre emorragica acuta causata dal Virus Lassa descritto per la prima volta nel 1969 a Lassa, nella regione del Borno in Nigeria. Il Lassa virus è un membro della famiglia degli Arenavirus.

Storia ed epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

Patogenesi[modifica | modifica wikitesto]

La febbre di Lassa è una febbre emorragica virale trasmessa alle persone attraverso il contatto con alimenti od oggetti contaminati con urina o feci di roditori. L'infezione interumana o la trasmissione in laboratorio possono verificarsi attraverso il contatto diretto con sangue, urine, feci o altre secrezioni corporee di una persona con febbre di Lassa. Sono frequenti le infezioni nosocomiali. Nella maggior parte dei casi l'infezione è asintomatica; i casi gravi sono quasi sempre fatali per ipovolemia e insufficienza epatica acuta. Il tasso di mortalità generale è dell'1%, ma può arrivare al 15% nei pazienti ospedalizzati con malattia grave e al 30% nelle donne in gravidanza. I casi sono più frequenti in Africa nelle zone umide tra dicembre e marzo. La diagnosi avviene dopo isolamento del virus da sangue, secrezioni faringee o urina. Non esiste un vaccino per la febbre di Lassa. La terapia è sintomatica e di supporto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]