Ex casa della Telefonica Tirrena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casa della Telefonica Tirrena
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Roma
Indirizzo via Sannio
Coordinate 41°53′05.21″N 12°30′30.95″E / 41.884781°N 12.508597°E41.884781; 12.508597Coordinate: 41°53′05.21″N 12°30′30.95″E / 41.884781°N 12.508597°E41.884781; 12.508597
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione 1925-28
Inaugurazione 1928
Stile barocchetto
Uso civile
Realizzazione
Architetto Vittorio Ballio Morpurgo

L'ex casa della Telefonica Tirrena è un edificio di Roma, situato su via Sannio, nel quartiere Appio-Latino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Venne costruito fra il 1925 e il 1928 su progetto dell'architetto Vittorio Ballio Morpurgo.

Vi era la direzione generale della TE.TI. (Società Telefonica Tirrena), mentre la sede della società era a Firenze.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nella parte inferiore dell'edificio, sono presenti delle inferriate originali in ferro battuto, mentre ai lati i portoni d'ingresso: essi presentano una specie di bugnatura ai lati in cemento, mentre sopra si può osservare un bassorilievo in stucco, rappresentante una donna avvolta in una coperta con in mano una conchiglia madrepora.

Nella parte superiore dello stabile, spiccano dei balconi in ghisa e nella parte laterale delle finestre, decorazioni floreali. Il corpo centrale presenta una notevole curvatura nei balconi, che dona volume all'edificio. I comignoli si trovano vicino alle grondaie e sono in mattoni e cemento. Il tetto, è rivestito da uno spesso strato di vecchie tegole. Il fabbricato è in stile barocchetto. Nell'androne si possono osservare dei pavimenti in marmo venato originale, delle porte in puro noce e castagno ed un ascensore in ferro battuto.