Ermanno Geymonat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ermanno Geymonat (Torre Pellice, 1893Torre Pellice, 7 luglio 1925) è stato un giornalista, regista cinematografico e sceneggiatore italiano del periodo muto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario delle Valli valdesi, laureato in giurisprudenza[1], si dedicò al giornalismo presso alcune riviste cinematografiche.

Debuttò nel cinema come regista nel 1919 dirigendo il film Passione slava, prodotto dall'Ambrosio Film di Torino, della quale divenne principale soggettista.

Scrisse alcuni soggetti cinematografici come quelli di due film della serie Saetta interpretata da Domenico Gambino, e di Voglio tradire mio marito di Mario Camerini del 1925.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. Canosa, G. Carluccio, F. Villa, Cinema muto italiano: tecnica e tecnologia, vol.1, Carocci, 2006, p. 231
  2. ^ LBB - Lichtbild Bühne, 14 Aprile 1923, nº 15.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN311688766