Ercole Agliardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Conte Ercole Agliardi (San Marco dei Cavoti, 24 febbraio 1871Colonia, 22 gennaio 1947) è stato un giornalista e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primogenito dei cinque figli di Filomena Cocca di San Marco dei Cavoti e del conte Carlo Agliardi di nobile casato di Cologno al Serio (Bergamo), compì gli studi al Politecnico di Monaco (1894) e si laureò poi in ingegneria.

Conobbe all'università di Pisa l'insigne professore di Economia Politica Giuseppe Toniolo - uno dei principali artefici dell'inserimento dei cattolici nella vita politica italiana - e si distinse particolarmente tra i seguaci dell'illustre maestro collaborando a lungo con lui. Guidò, infatti, la Segreteria Studenti del Lavoro Sociale e scrisse per la “Rivista Internazionale di Scienze Sociali e discipline ausiliarie” e altri periodici, affiancando e assistendo nel contempo lo zio cardinale Antonio Agliardi che pure ebbe un ruolo decisivo nella nascita della Democrazia Cristiana.

A cavallo tra i due secoli scrisse i suoi primi saggi (Il partito Democratico Cristiano e l'ora presente, in:“Cultura Sociale”, giugno 1899), e diede inoltre inizio ad un'assidua attività giornalistica come corrispondente estero dell'“Osservatore Cattolico” dall'Austria, dalla Germania, dalla Svizzera e dall'Inghilterra, mentre nei lustri successivi passò a ricoprire vari incarichi diplomatici tra cui quello di vice console d'Italia a Colonia sul Reno e rappresentante all'estero del ministero del Commercio e dell'Industria.

Esperto e studioso di diritto del lavoro, di politica ed economia coloniale, partecipò anche in tale veste a vari congressi, tra i quali quello di Basilea sin dal 1901 come delegato della Sezione Italiana, tenne rapporti personali ed epistolari con varie insigni personalità legate alla nascente Democrazia Cristiana - tra cui Luigi Sturzo, Toniolo e Romolo Murri.

Fu autore di vari saggi, articoli e rendiconti congressuali.

Insignito dell'onorificenza di commendatore, Ercole Agliardi morì a Colonia sul Reno il 22 gennaio 1947.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La protezione legale internazionale dei lavoratori al congresso di Parigi del 1900 (con G. Toniolo, Roma, 1900).
  • Il pensiero politico e sociale di Ketteler (Roma, 1900).
  • L'Associazione internazionale per la protezione legale dei lavoratori al congresso di Colonia (Roma, 1902).
  • La protezione internazionale del lavoro: il Congresso di Basilea (Roma, 1904).
  • La questione sociale delle abitazioni. Governo e comuni in Germania.
  • Die Neutralität Italiens (1914).
  • La Democrazia cristiana in Italia (Freiburg, 1926)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario della Nobiltà Italiana, varie edizioni
  • Andrea Jelardi, Dizionario Biografico del Sannio, Realtà Sannita, Benevento 2010.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie