Entalpia di legame

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Termochimica
Concetti base
Temperatura
Calore
Reazione chimica
Processo spontaneo
Condizioni standard
Grandezze in termochimica
Entalpia di legame
Entalpia standard di formazione
Entalpia standard di reazione
Entropia molare standard
Energia libera di Gibbs standard di formazione
Leggi in termochimica
Legge di Hess
Equazione di Kirchhoff
Calorimetria
Calorimetro
Calorimetro delle mescolanze
Categoria:Termochimica

In termochimica l'entalpia di legame[1] di un composto è la variazione di entalpia, espressa solitamente in kJ/mol, che accompagna il processo di formazione del composto, partendo dagli atomi isolati. Corrisponde quindi all'entalpia di atomizzazione, col segno invertito.

Per esempio l'entalpia di legame di H2, a 298 K, è la variazione di entalpia associata al processo:

2H(g) → H2(g)           ΔH = −435,94 kJ/mol

Analogamente l'entalpia di legame del propano, C3H8, sempre a 298 K, è associata a:

3C(g) + 8H(g) → C3H8(g)           ΔH = −3 997,65 kJ/mol

L'entalpia di legame non è da confondere con l'entalpia di formazione, che si riferisce invece alla variazione di entalpia associata al processo di sintesi di un composto partendo dagli elementi nel loro stato di riferimento, che solo nel caso dei gas nobili è quello monoatomico.

Un concetto che viene impiegato molto in termochimica è anche l'entalpia di legame media, l'entalpia di formazione media di un legame chimico A-B, ricavata analizzando le entalpie di formazione, di legame e di reazione associate a diversi composti. Contrariamente all'entalpia complessiva di legame del composto, quella del singolo legame chimico non può essere definita rigorosamente, in quanto variabile da composto a composto. Si tratta invece di una grandezza empirica che ha lo scopo di fornire una prima stima grossolana della forza dei legami.

In linea di principio la somma di tutte le entalpie di legame medie associate a ogni legame presente nella molecola dovrebbe essere uguale all'entalpia di legame della molecola, quindi nell'esempio del propano, in cui si hanno otto legami C-H e tre legami C-C, si dovrebbe avere:

8 × ΔH(C-H) + 3 × ΔH(C-C) = −3 997,65 kJ/mol

Tipici valori riportati per ΔH(C-H) e ΔH(C-C) sono rispettivamente −412 e −348 kJ/mol, dunque:

8 × (−412) + 2 × (−348) = −3 992 kJ/mol

Le entalpie di legame medie hanno trovato la loro più celebre applicazione nella definizione originaria di elettronegatività ad opera di Pauling.

Valori comuni[modifica | modifica wikitesto]

I valori sono espressi in kJ mol−1 (più il numero è alto, più energia si richiederà per separarli, e più energia produrrà la loro unione dai due singoli elementi)

Legami del carbonio
Legame Energia di legame
C – H 413
C – C 348
C – N 293
C – O 358
C – F 485
C – Cl 328
C – Br 276
C – I 240
C – S 259
Legami dell'idrogeno
Legame Energia di legame
H – H 436
H – F 567
H – Cl 431
H – Br 366
H – I 299
Legami dell'ossigeno
Legame Energia di legame
O – H 463
O – O 146
O – F 190
O – Cl 203
O – I 234
Legami dell'azoto
Legame Energia di legame
N – H 391
N – N 163
N – O 201
N – F 272
N – Cl 200
N – Br 243
Legami doppi e tripli
Legame Energia di legame
C = C 614
C ≡ C 839
C = N 615
C ≡ N 891
C = O 799
C ≡ O 1072
N = N 418
N ≡ N 941
O = O 495

La molecola con la più alta energia di legame ipotizzabile è il fluoruro di francio (il fluoro è l'elemento più elettronegativo, il francio il più elettropositivo).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Generalmente l'entalpia di legame tende ad essere identificata con l'energia di legame in riferimento a temperature che non si discostano molto dalla temperatura ambiente, dato che in queste condizioni il fattore RT influisce poco sull'energia
Termodinamica Portale Termodinamica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Termodinamica