Enalotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Enalotto è stato un concorso a premi legato alle estrazioni del Lotto.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Strutturato in modo analogo al Totocalcio, i segni (1, X, 2) derivavano dai primi estratti di tutte le dieci ruote del Lotto più i secondi estratti delle ruote di Roma e Napoli, essendo il segno "1" associato ai numeri da 1 a 30, "X" ai numeri da 31 a 60; "2" ai numeri da 61 a 90. Il gioco premiava chi avesse totalizzato dodici, undici o dieci punti.

Il gioco sarebbe stato ideato dal fiorentino Dante Benedetti nel 1949 ma, non disponendo della somma necessaria a registrarlo, non gli fu riconosciuto il merito della sua invenzione[1].

L'attuale titolare dei diritti sul gioco è lo Stato italiano che ne modificò alcune regole.

Dopo circa quaranta anni di storia, in forte calo di giocate, nel 1997 l'Enalotto venne sostituito dall'attuale SuperEnalotto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: "La Nazione" del 25 gennaio 1959

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]