Elmo attico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elmo attico
Elmo attico da cerimonia proveniente dall'Italia meridionale, 300 a.C. circa
Elmo attico da cerimonia proveniente dall'Italia meridionale, 300 a.C. circa
Zona protetta testa
Materiale metallo
Origine Grecia Grecia
Impiego
Utilizzatori Fanteria
Produzione
Entrata in uso Antica Grecia

[senza fonte]

voci di armature presenti su Wikipedia

L'elmo attico era un tipo di elmo che ebbe origine nell'Antica Grecia e che fu ampiamente usato in Italia e nel mondo ellenistico fino all'Impero Romano avanzato.[1] Simile all'elmo calcidico, se ne differenziava per l'assenza di paranaso.

Sebbene in Grecia non fosse diffuso come gli elmi corinzio e frigio, l'elmo attico divenne molto popolare in Italia, dove sono stati ritrovati la maggior parte degli esempi.

Elmo attico Theilenhofen (II - III secolo d.C.).

Dal punto di vista artistico sopravvisse ampiamente ai propri contemporanei, essendo raffigurato per dare un aspetto arcaico a generali, imperatori e membri della Guardia pretoriana per tutta l'epoca ellenistica e imperiale. Per tale motivo è divenuto parte della figura dell'ufficiale romano nella cultura popolare,[2] a partire dal Rinascimento e fino alle prime produzioni di Hollywood, sebbene fosse in realtà raramente usato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ «Termini come "illirico" e "attico" sono usati in archeologia per comodità, allo scopo di indicare un particolare tipo di elmo e non danno indicazioni sulla sua origine» (Peter Connolly, Greece & Rome at War, ISBN 185367303X, p. 60).
  2. ^ Si veda, ad esempio, l'uso in parate moderne come in questa immagine.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]