El Anatsui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

El Anatsui (Ghana, 1944) è un artista nigeriano. È uno scultore ghanese attivo per gran parte della sua carriera in Nigeria.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anatsui è nato a Anyako, ha studiato presso il College of Art, Università di Scienza e Tecnologia, a Kumasi, in Ghana centrale. Ha iniziato ad insegnare presso la University of Nigeria, Nsukka, nel 1975, ed è diventato un membro del Nsukka group.

Pratica artistica[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente Anatsui lavora prevalentemente con l'argilla e il legno, creando oggetti che si ispirano principalmente alle credenze tradizionali del Ghana. Successivamente la sua pratica artistica si concentra sulla realizzazione di installazioni. Partecipa alla 52ª Biennale di Venezia con i suoi arazzi fatti con materiali di recupero (lattine di alluminio, creta, tessuto, legno, multicolori tappi corona, schiacciati, appiattiti, ricuciti e altri materiali) dimostrando come si può riprendere la più genuina tradizione africana, coniugandola alla modernità dei materiali e delle tecniche. Crea suggestivi arazzi di grandi dimensioni, ispirati alla ricchezza dei tessuti Kente e dei preziosi abiti da cerimonia Nyekor. Questa partecipazione lo consacra come uno dei più stimati scultori africani viventi e il principale artista africano della sua generazione. Quello del riciclo è un tema particolarmente caro agli artisti africani d'oggi. Il rispetto per l'ambiente e il recupero dei rifiuti ha assunto un enorme valore nella ricerca creativa di altri personaggi, quali Pascale Marthine Tayou. Le sue opere sono presenti nelle maggiori gallerie pubbliche e private in Europa e negli Stati Uniti.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

El Anatsui ha esposto i suoi lavori in tutto il mondo:

  • 2010 Alte Nationalgalerie, Berlino
  • 2009 National Museum of African Art, Washington, DC
  • 2008 Metropolitan Museum of Art di New York
  • 2007 Biennale di Venezia
  • 2005 Hayward Gallery
  • 2002 Biennale di Liverpool
  • 2001 National Museum of African Art, Washington, DC
  • 2001 Centre de Cultura Contemporània de Barcelona
  • 1995 8th Osaka Sculpture Triennale
  • 1990 Biennale di Venezia

Una retrospettiva del suo lavoro, When I Last Wrote to You About Africa, inaugurata nel 2010 presso il Royal Ontario Museum di Toronto, Canada, sarà visitabile nel Nord America fino al 2013.

Ha ricevuto il Leone d'oro alla carriera in occasione della 56° Biennale Internazionale d'Arte di Venezia (2015).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Africa remix: contemporary art of a continent, di Njami Simon, Lucy Durán, Museum Kunst Palast (Düsseldorf, Germany), Johannesburg Art Gallery; Jacana Media, 2007 - 260 pagine
  • African arts, di JSTOR (Organization); Editore African Studies Center, University of California, Los Angeles; 2006 - 408 pagine
  • Contemporary African artists: changing tradition; Studio Museum in Harlem, 1990, 148 pagine, ISBN 094294903X
  • El Anatsui: a sculpted history of Africa, in Volume 2 di African art and society Academic Series; Autori John Picton, El Anatsui; Saffron Books in conjunction with the October Gallery, 1998, 96 pagine, ISBN 187284314X
  • El Anatsui: When I last wrote to you about Africa; Autori Lisa M. Binder, Olu Oguibe, Chika Okeke-Agulu, Robert Storr; Editore Museum for African Art, 2010, 170 pagine, ISBN 0945802560

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN159923 · LCCN: (ENn91104498 · ISNI: (EN0000 0000 8079 439X · GND: (DE113491786 · BNF: (FRcb134760454 (data) · ULAN: (EN500034780
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie