Edoardo Ignazio Calvo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edoardo Ignazio Calvo

Edoardo Ignazio Calvo (Torino, 13 ottobre 17731804) è stato un medico e poeta italiano. È considerato come l'iniziatore della poesia piemontese che utilizzava come mezzo per raggiungere ed educare più facilmente il popolo.[1] La sua opera più nota sono le Favole morali (1802) con temi storici e morali di stampo anti-bonapartista.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Edoardo Ignazio Calvo, Poesie piemontesi, a cura di L. De Mauri, Torino, editore, 1901.
  • Edoardo Ignazio Calvo, Tutte le poesie piemontesi, introduzione di N. Costa, Torino, editore, 1930.
  • Edoardo Ignazio Calvo, Altre poesie inedite, in Ël Tör. Rivista libera dij Piemontèis, nº 1, 1945, pp. 9-10, a cura di G. Pacotto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN35358 · LCCN: (ENno2006018977 · SBN: IT\ICCU\TO0V\064326 · ISNI: (EN0000 0001 0860 9679 · GND: (DE130280127 · BNF: (FRcb12077614x (data) · NLA: (EN36503975 · BAV: ADV10102254
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie