Echinopsis eyriesii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Echinopsis eyriesii
Echinopsis eyriesii.JPG
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Cactaceae
Genere Echinopsis
Specie E. eyriesii
Nomenclatura binomiale
Echinopsis eyriesii'

Echinopsis eyriesii è una tra le tante specie di piante succulente appartenente al genere Echinopsis.

Come tutto il genere a cui appartiene, essa proviene dall'America meridionale; più precisamente il suo areale è rappresentato dalle pianure del Gran Chaco e delle "pampas" settentrionali (Argentina settentrionale, Bolivia, Brasile meridionale estremo, Uruguay, Paraguay).

La sua coltivazione in vaso richiede un terriccio ben drenato, anche se rispetto ad altri generi di cactacee essa è meno sfavorita da una moderata componente argillosa (questa regola vale un po' per tutte le Echinopsis), purché le innaffiature vengano effettuate ad intervalli più lunghi. Come tutte le cactacee va esposta al sole. Se viene lasciata all'aperto durante l'inverno le innaffiature vanno sospese per tutta la stagione, a meno che il clima non sia particolarmente mite: è opinione comune che nei climi dell'Italia settentrionale l'ultima annaffiatura autunnale vada effettuata non oltre la metà di Novembre. Questa specie tollera modeste gelate, purché tenuta all'asciutto ed al riparo dalla neve. Se durante la buona stagione viene annaffiata più del necessario, essa produce numerosi polloni spesso già muniti di radichette.

In commercio è spesso presente una varietà di Echinopsis eyriesii a fiori bianchi, chiamata Echinopsis eyriesii hibrida.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Echinopsis eyriesii crestato
Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica