Echinopsis chamaecereus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Echinopsis chamaecereus
Chamaepianta.JPG
Cespuglio di Echinopsis chamaecereus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Famiglia Cactaceae
Sottofamiglia Cactoideae
Genere Echinopsis
Specie E. chamaecereus
Nomenclatura binomiale
Echinopsis chamaecereus
H.Friedrich & Glaetzle, 1983
Sinonimi

Cereus silvestrii
Speg.
Chamaecereus silvestrii
(Speg.) Britton & Rose

Echinopsis chamaecereus H.Friedrich & Glaetzle, 1983 è una pianta appartenente alla famiglia delle Cactaceae, diffusa in Sud America.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La specie E. chamaecereus è una cactacea bassa e cespitosa, che forma cespuglietti compatti con rami di lunghezza variabile. Il colore della pianta è variabile a seconda dell'esposizione al sole. La colorazione normale è verde pallido, se è esposta al sole diventa color giallo/rosso. I tubercoli sono poco pronunciati e i rami presentano spine molto piccole variabili dalle dodici alle quindici. Le costolature invece variano dalle sette alle dieci per ramo. I fiori sono di colore rosso/arancio, ad imbuto e nascono alla sommità dell'areola.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria del Tucumán, Argentina, delle zone montuose che precedono le Ande.

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

È un genere di facile coltivazione, in quanto non richiede particolari cure. È necessario, come per tutte le succulente, garantirgli un terreno aerato e poroso. Il terreno deve essere inoltre povero di sostanza organica e ricco invece di materiale inerte e minerale.

Per quanto riguarda le annaffiature, queste devono avvenire ogni 15 giorni circa in piena estate e durante la primavera; mentre in inverno, durante il periodo freddo necessario al riposo, la pianta non deve essere per nulla annaffiata. Sopporta comunque bene i lunghi periodi di siccità.

L'esposizione al sole deve avvenire gradualmente per non scottare le piante. Deve essere un'esposizione al sole pieno o leggermente in ombra; l'importante è assicurargli una buona luminosità, necessaria al periodo di fioritura che va dai primi di maggio alla fine di luglio.

Le concimazioni devono essere sporadiche e basate su un concime povero di azoto e ricco di potassio e fosforo. È molto sensibile all'attacco di cocciniglia cotonosa delle radici e di cocciniglia a scudetto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Echinopsis chamaecereus, in The Plant List.
  2. ^ Echinopsis chamaecereus, in Giardinopedia: schede su cactacee e succulente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica