Doppio passo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Dribbling.

Il doppio passo è un tipo di dribbling nel calcio.

Esecuzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel compierlo l'esecutore muove il piede lateralmente, davanti al pallone: il movimento induce l'avversario a pensare che il portatore di palla la stia toccando, mentre in realtà ciò non avviene. I piedi possono essere mossi dall'interno verso l'esterno, o viceversa: il gesto è talvolta accompagnato da una o più finte, eseguite per disorientare l'avversario e liberarsene.[1]

Un'altra esecuzione prevede l'alternare i piedi, per toccare infine la sfera: la giocata necessita di equilibrio, coordinazione e potenza muscolare.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

L'invenzione del gesto è attribuita all'ala italiana Amedeo Biavati.[2] In tempi più recenti ha trovato un esecutore in Cristiano Ronaldo, anch'esso di ruolo attaccante laterale.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Inghilterra, la nuova finta di Sanchez: doppio passo all'indietro, video.repubblica.it, 2 ottobre 2014.
  2. ^ Germano Bovolenta, Ma è un italiano il padre della finta, in La Gazzetta dello Sport, 7 marzo 2007.
  3. ^ Guillem Balague, CR7, Piemme Edizioni, 2015, p. 406, ISBN 9788858514429.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio