Donna nel frigorifero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Donna nel frigorifero è un espediente narrativo presente nei fumetti che consiste nell'utilizzo della morte o del ferimento di un personaggio femminile al solo scopo di spingere alla vendetta l'eroe di sesso maschile, protagonista della storia.

Il termine è stato coniato dalla fumettista Gail Simone e trae spunto da un episodio della serie Lanterna Verde in cui Alex DeWitt, fidanzata di Kyle Rayner, viene brutalmente assassinata da Major Force e chiusa in un frigorifero. Nel 1999 una lista compilata online dal titolo "Women in Refrigerators" includeva oltre 90 personaggi, tra cui Batgirl, Hawkwoman, Nova e Supergirl.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]