Donato Antonio De Marinis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Donato Antonio De Marinis (Giungano, 1599Napoli, 1666) è stato un avvocato e magistrato italiano.

Resolutionum juris, 1758 (Milano, Fondazione Mansutti).

Di umile origine, nasce nel Principato Citra e si laurea in diritto a Napoli, dove inizia la carriera forense. In seguito diventa giudice di vicarìa e poi Presidente di Camera, finché Filippo IV lo nomina reggente del Supremo Consiglio d'Italia. Alla sua morte lascia le proprietà all'ordine dei carmelitani scalzi del convento di Santa Teresa a Napoli, indicando che la biblioteca restasse a disposizione degli studenti. Le sue opere stampate sono le risoluzioni magistrali, in particolare le Decisiones Regiae Camerae summariae neapolitanae.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pier Luigi Rovito, Donato Antonio De Marinis, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 38, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1990, pp. 556-557.
  • Fondazione Mansutti, Quaderni di sicurtà. Documenti di storia dell'assicurazione, a cura di M. Bonomelli, schede bibliografiche di C. Di Battista, note critiche di F. Mansutti. Milano: Electa, 2011, pp. 132–133.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3696817 · ISNI (EN0000 0000 6122 2476 · LCCN (ENn2006023969 · GND (DE135696968 · CERL cnp01884134