Donald A. Gillies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Donald A. Gillies (1944) è un filosofo britannico, storico della scienza e della matematica, professore emerito presso l'University College di Londra.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi universitari in matematica e filosofia a Cambridge dove fu studente di Karl Popper e Imre Lakatos alla London School of Economics, dove ha completato un dottorato di ricerca sulle basi della probabilità.[1] Gillies è stato ex presidente[1], ed è attualmente vicepresidente[2], della British Society for the Philosophy of Science. Dal 1982 al 1985 è stato editore del British Journal for the Philosophy of Science .

Gillies è noto principalmente per il suo lavoro sulla "Bayesian confirmation theory", un tentativo di semplificare ed estendere la teoria della corroborazione di Popper. Nell'ambito della filosofia della scienza Gillies si è interessato in particolare delle basi della probabilità, della filosofia della logica e della matematica; ha anche studiato le interazioni dell'intelligenza artificiale con alcuni aspetti della filosofia, tra cui la probabilità, la logica, la causalità e il metodo scientifico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Wenceslao J. González, Contemporary Perspectives in Philosophy and Methodology of Science. Netbiblo, 2006, ISBN 0-9729892-3-4; pp. v-vi
  2. ^ BSPS Officers and Committees 2009-2010, British Society for the Philosophy of Science. Accessed January 25, 2010
Controllo di autoritàVIAF (EN112739526 · ISNI (EN0000 0001 2284 2282 · LCCN (ENn91121711 · GND (DE139600639 · BNF (FRcb123339494 (data) · NDL (ENJA01000279 · WorldCat Identities (ENlccn-n91121711
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie