Dnepr (vettore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dnepr
Dnepr rocket lift-off 1.jpg
Informazioni
Funzione lanciatore leggero
Produttore Yuzhmash
Nazione di origine Ucraina Ucraina
Dimensioni
Altezza 34.3 m
Diametro 3 m
Massa 211,000 kg
Stadi da 3 a 5
Capacità
Carico utile verso orbita terrestre bassa 4,5 t
Carico utile verso
ISS
3,2 t
Carico utile verso
SSO
2,3 t
Carico utile verso
TLI
0,5 t
Cronologia dei lanci
Stato attivo
Basi di lancio Cosmodromo di Bajkonur
Lanci totali 22
Successi 21
Fallimenti 1
Volo inaugurale 21 aprile 1999
Primo satellite UoSAT-12
1º stadio
Propulsori 1 RD-264
Spinta 4 520 kN
Impulso specifico 318
Tempo di accensione 130 s
Propellente UDMH/N2O2
2º stadio
Spinta 755 kN
Impulso specifico 340 s
Tempo di accensione 190
Propellente UDMH/N2O2
3º stadio
Propulsori 1 RD-869
Spinta 18,6 kN
Impulso specifico 317 s
Tempo di accensione 1 000 s
Propellente UDMH/N2O2
4º stadio (opzionale)
Propellente solido
5º stadio (opzionale)
Propellente UDMH/N2O2

Il lanciatore Dnepr (in ucraino: Дніпро, Dnipró; in russo: Днепр, Dnepr) è un vettore ucraino, chiamato così in onore del fiume Dnepr. Si tratta di un missile balistico intercontinentale convertito per il lancio di satelliti artificiali in orbita e gestito dall'azienda ISC Kosmotras. Il primo lancio avvenne il 21 aprile 1999 e mise con successo il mini satellite dimostrativo UoSAT-12, che pesava 350 kg, in un'orbita terrestre bassa a 650 km.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]