Discussione:Domain Name System

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Computer n screen.svgInformatica
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)


invertite diverse modifiche di utente:Speedymax perché inesatte:[modifica wikitesto]

il DNS contiene altri tipi di record oltre ad A, quindi ha uno scopo più vasto di tradurre nomi in indirizzi IP

Il DNS di Microsoft è un servizio di Directory gli altri no. Microsoft infatti utilizza il DDNS nel suo servizio di directory come DNS dinamico. Al contrario dei database DNS utilizzati nelle rete pubbliche i cui record sono statici.


ripristinato "distribuito", il "database DNS" è costituito dall'unione di tutti i server DNS esistenti, quindi è decisamente distribuito, ed è anche un esempio molto rilevante di DB distribuito


  • Il servizio DNS può essere implementato attraverso sistemi operativi diversi. Di seguito alcunio dei più diffusi:

diventa:

  • Il protocollo DNS è implementato da diversi software. Di seguito alcuni dei più diffusi:

infatti segue una lista di programmi applicativi, non di sistemi operativi --hce 13:29, Ago 1, 2005 (CEST)

Risoluzione[modifica wikitesto]

Ho messo traduzione invece di risoluzione perché penso che penso che per un non addetto ai lavori quest'ultima potrebbe risultare difficile da capire.--Brownout 01:46, 30 ott 2006 (CET)Rispondi[rispondi]

Le notizie sulla normativa italiana[modifica wikitesto]

Credo che questa sia la voce in cui introdurre la sintesi della normativa italiana in tema di "nomi a dominio", compreso il coordinamento con la normativa relativa ai marchi registrati.

Data la delicatezza della questione, propongo che i testi siano prima messi sulla voce "discussioni" e solo dopo aver ricevuto un consenso generalizzato, confluiscano nella voce. L'alternativa è scrivere una "voce" autonoma, almeno per quello che riguarda il nuovo "Codice della proprietà industriale" dentro il quale ci sono le nome sostanziali e processuali per i "nomi a dominio". --Mizardellorsa 10:06, 18 dic 2006 (CET)Rispondi[rispondi]

Una prima bozza[modifica wikitesto]

Disciplina dei domain names nel diritto italiano.

Il codice, della proprietà industriale introdotto con il decreto legislativo n. 30 del 10 febbraio 2005 equipara i i domain names agli altri segni distintivi concedendo per la prima volta una tutela non solo sostanziale ma anche formale.. L'articolo 22 (Unitarietà dei segni distintivi) prevede, infatti, che:

  1. . È vietato adottare come ditta, denominazione o ragione sociale, insegna e nome a dominio aziendale un segno uguale o simile all'altrui marchio se, a causa dell'identità o dell'affinità tra l'attività di impresa dei titolari di quei segni ed i prodotti o servizi per i quali il marchio è adottato, possa determinarsi un rischio di confusione per il pubblico che può consistere anche in un rischio di associazione fra i due segni.
  2. . Il divieto di cui al comma 1 si estende all'adozione come ditta, denominazione o ragione sociale, insegna e nome a dominio aziendale di un segno uguale o simile ad un marchio registrato per prodotti o servizi anche non affini, che goda nello Stato di rinomanza se l'uso del segno senza giusto motivo consente di trarre indebitamente vantaggio dal carattere distintivo o dalla rinomanza del marchio o reca pregiudizio agli stessi.

Se qualcuno registra presso la autorità competente un nome a dominio che corrisponda in tutto o in parte ad un marchio registrato il terzo titolare del diritto di utilizzo e invocare la normativa in tema di marchi e dalla disciplina sulla concorrenza sleale.

Le sentenze della a giurisprudenza italiana, chiamate a giudicare ii casi subito mersi, ha affermato che che l'uso di un domain name sulla rete che riproduca un marchio registrato da un terzo, debba essere considerata come contraffazione del marchio in quanto "comporta l'immediato vantaggio, per l'utilizzatore, di ricollegare, nel giudizio del pubblico, la propria attività a quella del titolare del marchio".

L' art. 133 del Codice della proprietà industriale prevede la possibilità per l'autorità giudiziaria di disporre, in via cautelare, (con un rito ricalcato su quello del 700 del codice di procedura civile, ma destinato a mantenere i suoi effetti se non inizia la procedura ordinaria ) oltre all'inibitoria dell'uso del nome a dominio registrato in modo illegittimo, anche il suo trasferimento provvisorio, sia pure con la possibilità di subordinarlo alla prestazione di idonea cauzione da parte del beneficiario del provvedimento.--Mizardellorsa 12:35, 18 dic 2006 (CET)Rispondi[rispondi]

authoritative[modifica wikitesto]

il termine inglese authoritative non può essere tradotto con autoritativo, perchè quest'ultimo termine ha in italiano il significato di autoritario. La traduzione quindi non può che essere autorevole: server autorevole, nel senso che ha l'autorità nel mantenere le coppie (nome simbolico , indirizzo IP)

possibile errore[modifica wikitesto]

Stavo leggendo l'articolo e vorrei segnalare un (possibile) errore. Nel capitolo "Zone, deleghe e repliche " si fa riferimento a dei "root server", ma il link porta alla voce "root nameserver", nome leggermente differente. E' errato o sono la stessa cosa detta in due modi diversi? Ciao Lilliput12 (msg) 22:32, 23 gen 2011 (CET)Rispondi[rispondi]

L'uno è leggermente più impreciso dell'altro, ma nel contesto vanno bene come sinonimi. --Vito (msg) 22:34, 23 gen 2011 (CET)Rispondi[rispondi]


ArpON[modifica wikitesto]

Ho rimosso il riferimento ad ArpON come soluzione contro attacchi DNS in quanto il programma (che intercetta variazioni nel protocollo ARP) è completamente inutile per ovviare a manipolazioni su protocollo DNS. Per quanto una macchina della rete interna (che quindi usa anche ARP) possa essere anche un server DNS, le cose non sono direttamente collegate tra loro. Un attacco DNS infatti funziona solitamente con il server DNS autorizzato, modificandone la tavola dei nomi da risolvere, nella rete non si vede niente.(spabam)

Relazione tra Dominio Microsoft e servizio DNS[modifica wikitesto]

Nella parte "concetto di dominio" è espresso in sostanza il concetto di dominio Microsoft. In tutto il resto dell'articolo si parla del servizio DNS Internet.

Questi due concetti non dovrebbero appartenere a 2 voci diverse secondo voi? Tipo Domain Controller e Domain Name System ad esempio? Penso ad uno studente che viene rimandato a questa pagina per studiare il funzionamento del servizio DNS, secondo me lo implicherebbe con il concetto di Domain Controller...

o forse sarebbe meglio specificare che quel concetto e' espresso per identificare l'origine del nome "dominio"... che ne pensate?

Collegamenti esterni interrotti[modifica wikitesto]

Una procedura automatica ha modificato uno o più collegamenti esterni ritenuti interrotti:

In caso di problemi vedere le FAQ.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 02:08, 2 lug 2020 (CEST)Rispondi[rispondi]

Collegamenti esterni interrotti[modifica wikitesto]

Una procedura automatica ha modificato uno o più collegamenti esterni ritenuti interrotti:

In caso di problemi vedere le FAQ.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 22:30, 30 gen 2022 (CET)Rispondi[rispondi]