Diocesi di Melo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Melo
Dioecesis Melensis
Chiesa latina
Nuestra Señora del Pilar (Melo).jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Montevideo
Mappa della diocesi
Vescovo Heriberto Andrés Bodeant Fernández
Vescovi emeriti Luis del Castillo Estrada, S.J.
Sacerdoti 15 di cui 14 secolari e 1 regolare
6.824 battezzati per sacerdote
Religiosi 1 uomo, 36 donne
Diaconi 3 permanenti
Abitanti 132.832
Battezzati 102.366 (77,1% del totale)
Superficie 23.177 km² in Uruguay
Parrocchie 16
Erezione 14 aprile 1897
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora del Pilar e San Raffaele
Indirizzo Av. Brazil 829, 37000 Melo, Dpto. de Cerro Largo, Uruguay
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Uruguay

La diocesi di Melo (in latino: Dioecesis Melensis) è una sede della Chiesa cattolica in Uruguay suffraganea dell'arcidiocesi di Montevideo. Nel 2016 contava 102.366 battezzati su 132.832 abitanti. È retta dal vescovo Heriberto Andrés Bodeant Fernández.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende i dipartimenti di Cerro Largo e di Treinta y Tres.

Sede vescovile è la città di Melo, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora del Pilar e San Raffaele.

Il territorio si estende su 23.177 km² ed è suddiviso in 16 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Melo fu eretta il 14 aprile 1897, ricavandone il territorio dalla diocesi di Montevideo, che contestualmente fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

L'11 agosto 1931 in forza della bolla Quo salubrius di papa Pio XI la sede vescovile fu trasferita da Melo a Florida e contestualmente la diocesi mutò il proprio nome in diocesi di Florida e Melo.

Il 15 novembre 1955 per effetto della bolla Accepta arcano di papa Pio XII la diocesi si divise, dando origine alla presente diocesi di Melo, che incorporò territori che erano appartenuti fino ad allora all'arcidiocesi di Montevideo, e alla diocesi di Florida.

Il 25 giugno 1960 ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Minas.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi nel 2016 su una popolazione di 132.832 persone contava 102.366 battezzati, corrispondenti al 77,1% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1966 95.000 120.000 79,2 29 15 14 3.275 14 64 10
1970 90.000 120.000 75,0 27 12 15 3.333 16 62 10
1976 90.000 125.000 72,0 25 7 18 3.600 19 51 14
1980 91.400 127.100 71,9 22 10 12 4.154 1 12 58 16
1990 97.000 138.000 70,3 23 14 9 4.217 1 15 79 16
1999 126.000 175.500 71,8 22 17 5 5.727 1 5 40 16
2000 127.000 177.000 71,8 20 15 5 6.350 1 33 40 16
2001 99.000 145.000 68,3 22 14 8 4.500 1 8 34 16
2002 95.000 133.000 71,4 21 13 8 4.523 1 8 38 16
2003 95.000 133.000 71,4 21 13 8 4.523 1 8 38 16
2004 110.000 150.000 73,3 19 11 8 5.789 1 8 39 16
2013 126.000 158.300 79,6 23 20 3 5.478 3 38 16
2016 102.366 132.832 77,1 15 14 1 6.824 3 1 36 16

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi