Diocesi di Andropoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andropoli
Sede vescovile titolare
Dioecesis Andropolitana
Patriarcato di Alessandria
Sede titolare di Andropoli
Mappa della diocesi civile d'Egitto (V secolo)
Vescovo titolare Youhanna Golta
Istituita 1933
Stato Egitto
Diocesi soppressa di Andropoli
Suffraganea di Alessandria
Eretta  ?
Soppressa  ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Andropoli (in latino: Dioecesis Andropolitana) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Andropoli, identificabile con Kherbeta, è un'antica sede episcopale della provincia romana dell'Egitto Primo nella diocesi civile d'Egitto, ed era suffraganea del patriarcato di Alessandria.

Di questa antica diocesi è conosciuto un solo vescovo greco, Zoilo, che partecipò al concilio di Alessandria convocato dal patriarca Atanasio nel 362. Un vescovo copto di nome Giacomo è attribuito a questa sede da Klaas A. Worp.

Oggi Andropoli sopravvive come sede vescovile titolare; l'attuale vescovo titolare è Youhanna Golta, vescovo di curia del patriarcato di Alessandria dei Copti.

Cronotassi dei vescovi greci[modifica | modifica wikitesto]

  • Zoilo † (menzionato nel 362)
  • Giacomo † (menzionato nel 689)

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

  • Henri Joseph Marius Piérard, A.A. † (14 giugno 1938 - 10 novembre 1959 nominato vescovo di Beni nel Congo)[1]
  • Thomas Francis Maloney † (2 gennaio 1960 - 10 settembre 1962 deceduto)
  • Enrique Bolaños Quesada † (6 dicembre 1962 - 6 marzo 1970 nominato vescovo di Alajuela)
  • Youhanna Golta, dal 27 luglio 1986

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rafael Lazcano, Episcopologio agustiniano. Agustiniana. Guadarrama (Madrid) 2014, vol. I, p. 494-497

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi