Decio Mario Venanzio Basilio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iscrizione di Basilio al Colosseo, uno dei due esemplari messi in posa in occasione del restauro dell'Anfiteatro Flavio dopo un terremoto

Decio Mario Venanzio Basilio (latino: Decius Marius Venantius Basilius; V secoloVI secolo) è stato un politico romano attivo durante il regno di Odoacre.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Cecina Decio Basilio e fratello di Cecina Mavorzio Basilio Decio e Cecina Decio Massimo Basilio, tutti e tre consoli, Basilio fu praefectus urbi e console nel 484 (o 508).

Provvedette alla riparazione del Colosseo, danneggiato da un terremoto; di quel restauro restano due iscrizioni, su basi per statue, ancora oggi all'anfiteatro Flavio, che recitano:

(LA)

« DECIVS MARIVS VENANTIVS
BASILIVS V[IR] C[LARISSIMVS] ET INL[VSTRIS] PRAEF[ECTVS]
VRB[I] PATRICIVS CONSVL ORDINARIVS ARENAM ET
PODIVM QVAE ABOMI
NANDI TERRAEMO
TVS RVINA PROS
TRAVIT SVMTV PRO
PRIO RESTITVIT »

(IT)

« Decio Mario Venanzio Basilio, vir clarissimus e inlustris, prefetto dell'Urbe, patrizio, console ordinario restaurò a proprie spese l'arena e il podio, distrutti da un terribile terremoto »

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]