Cecina Mavorzio Basilio Decio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cecina Mavorzio Basilio Decio (lingua latina: Caecina Mavortius Basilius Decius; fl. 486-493; ... – ...) fu un uomo politico romano sotto il regno di Odoacre, ricoprendo i ruoli di Console, Praefectus urbi e Prefetto del pretorio.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Appartenente all'influente famiglia aristocratica dei Cecina, figlio di Cecina Decio Basilio (console del 463), Decio fu console per l'anno 486, praefectus urbi di Roma, e Prefetto del pretorio d'Italia (486-493).

Suo figlio Vettio Agorio Basilio Mavorzio fu console per l'anno 527.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bury, John Bagnell, History of the Later Roman Empire, vol. 1, Courier Dover Publications, 1958, ISBN 0486203980, p. 409.
Predecessore
Quinto Aurelio Memmio Simmaco,
Post consulatum Theodorici (Oriente)
Console romano
486
con Flavio Longino
Successore
Flavio Manlio Boezio,
sine collega