Damavand

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Damāvand
Aerial View of Damavand 26.11.2008 04-25-38.JPG
Il Damāvand in inverno.
StatoIran Iran
ProvinciaMazandaran
Altezza5 609 m s.l.m.
Prominenza4 667 m
CatenaElburz
Ultima eruzione5350 a.C.
Ultimo VEI0 (hawaiana)
Codice VNUM232010
Coordinate35°57′19″N 52°06′33″E / 35.955278°N 52.109167°E35.955278; 52.109167Coordinate: 35°57′19″N 52°06′33″E / 35.955278°N 52.109167°E35.955278; 52.109167
Altri nomi e significatiDemavend, Donbavand
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Iran
Damāvand
Damāvand

Il monte Damāvand (in persiano دماوند‎) conosciuto anche come Demavend e Donbavand, è un vulcano quiescente situato nell'Iran settentrionale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Posto al centro della catena montuosa dell'Elburz, il Damāvand è la cima più alta dell'Iran e di tutto il Medio Oriente. È delimitato a nord dalle coste meridionali del Mar Caspio, nella regione del Mazandaran, 66 km a nordest di Teheran. Vi sono numerose sorgenti termali nell'area, le più importanti: Larijan Thermal Springs e Abe Garm Larijan[1], queste ultime vicine al centro di Rineh.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la battaglia di Kishtan (743 a.C.), e la sconfitta inflitta al sovrano Sarduri d'Armenia del regno di Urartu, il re assiro Tiglat-pileser III si spinse fino al monte Biknu, denominato anche «montagna di lapislazzuli», che verosimilmente è appunto il Demāvand[2] .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mount Damavand Guide: Thermal Spring, su damavandmt.blogspot.com.
  2. ^ Mario Liverani, Antico Oriente: storia, società, economia, Roma-Bari, Laterza, 2009, p. 795, ISBN 978-88-420-9041-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN242600394 · GND (DE4202448-1