Crinum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Crinum
Crinum purpurascens0.jpg
Crinum purpurascens
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Asparagales
Famiglia Amaryllidaceae
Genere Crinum
L., 1753
Specie
  • Vedi testo

Crinum - genere delle Amaryllidaceae, di origine africana e indonesiana, comprende specie di piante bulbose, di notevole sviluppo, che presentano un bulbo di grosse dimensioni, tunicato e di forma allungata, che si sviluppa in superficie, e in alcune specie mostra un prolungamento a forma di lungo collo, che come un fusto sostiene le foglie lineari e canalicolate, di grandi dimensioni, di colore verde-lucente, lunghe fino ad 1 m, porta in primavera sopra un grosso scapo fistoloso, numerosi fiori imbutiformi di grandi dimensioni, di colore bianco-rosato nelle specie Crinum longifolium e Crinum moorei, rosso nel Crinum amabile[1].

Uso[modifica | modifica wikitesto]

Nelle zone a clima invernale mite si possono utilizzare in piena terra per decorare i giardini, nelle regioni settentrionali viene coltivato in vaso.

Metodi di coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Piante poco rustiche temono i geli invernali, richiedono pertanto posizione calda e riparata, terreno peameabile, sabbioso, ricco, vanno ritirate in serra nelle regioni con inverni rigidi. La moltiplicazione avviene con la semina o per divisione dei bulbi.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Crinum comprende le seguenti specie:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Crinum: Consigli, Coltivazione e Cura, in L'eden di Fiori e Piante, 20 marzo 2018. URL consultato il 6 aprile 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica