Crematory

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crematory
Crematory Castle Party 2009 04.jpg
Il gruppo durante l'esibizione al festival Castle Party nel 2009
Paese d'origineGermania Germania
GenereDeath metal
Gothic metal
Industrial metal
Periodo di attività musicale1991 – in attività
EtichettaMassacre Records
Nuclear Blast
Album pubblicati13
Studio12
Live1
Raccolte0
Sito ufficiale

I Crematory sono un gruppo musicale tedesco death metal/gothic metal/industrial metal fondato nel 1991.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile del gruppo tedesco è caratterizzato dal cantato eseguito secondo gli stilemi del growling di derivazione death metal e da potenti ritmiche di chitarra a tratti thrashy, controbilanciate da un massiccio utilizzo di linee di tastiera sognanti e malinconiche, unite a un discreto uso dell'elettronica.[senza fonte]

Le liriche affrontano spesso temi esistenziali, legati ad argomenti come l'amore, la sofferenza, il binomio eros-thanatos, il senso del peccato e la persistenza dei ricordi.[senza fonte]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerhard "Felix" Stass - voce (1991–presente)
  • Markus Jüllich - batteria, programmazione (1991–presente)
  • Katrin Jüllich - tastiera, campionamenti (1992–presente)
  • Rolf Munkes - chitarra solista (2015–presente)
  • Jason Matthias - basso (2016–presente)

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Marc Zimmer - basso, voce (1991–1992)
  • Lothar "Lotte" Först - chitarra, voce (1991–1998)
  • Harald Heine - basso, backing vocals (1993–2016)
  • Heinz Steinhauser - basso, voce (1993)
  • Matthias Hechler - chitarra, voce (1998–2015)
  • Tosse Basler - chitarra ritmica, voce (2015–2018)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 - Black Pearls

DVD[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 - Live
  • 2001 - Remind
  • 2005 - Liverevolution

Apparizioni in compilation[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni della Cioppa (a cura di), HM. Il grande libro dell'heavy metal, Giunti, 2010, ISBN 978-88-09-74962-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136823755 · ISNI (EN0000 0001 0664 2512 · GND (DE10302435-9 · BNF (FRcb140121580 (data)
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal