Crematory

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crematory
Crematory Rockharz 2018 23.jpg
I Crematory al Rockharz Open Air 2018
Paese d'origineGermania Germania
GenereDeath metal
Gothic metal
Industrial metal
Periodo di attività musicale1991 – in attività
EtichettaMassacre Records
Nuclear Blast
Album pubblicati13
Studio12
Live1
Raccolte0
Sito ufficiale

I Crematory sono un gruppo musicale tedesco death metal/gothic metal/industrial metal fondato nel 1991.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile del gruppo tedesco è caratterizzato dal cantato eseguito secondo gli stilemi del growling di derivazione death metal e da potenti ritmiche di chitarra a tratti thrashy, controbilanciate da un massiccio utilizzo di linee di tastiera sognanti e malinconiche, unite a un discreto uso dell'elettronica.[senza fonte]

Le liriche affrontano spesso temi esistenziali, legati ad argomenti come l'amore, la sofferenza, il binomio eros-thanatos, il senso del peccato e la persistenza dei ricordi.[senza fonte]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Jason Mathias, Rolf Munkes e l'ex-membro Tosse Basler al Castle Rock 2017
  • Gerhard "Felix" Stass - voce (1991–presente)
  • Markus Jüllich - batteria, programmazione (1991–presente)
  • Katrin Jüllich - tastiera, campionamenti (1992–presente)
  • Rolf Munkes - chitarra solista (2015–presente)
  • Jason Matthias - basso (2016–presente)

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Marc Zimmer - basso, voce (1991–1992)
  • Lothar "Lotte" Först - chitarra, voce (1991–1998)
  • Harald Heine - basso, backing vocals (1993–2016)
  • Heinz Steinhauser - basso, voce (1993)
  • Matthias Hechler - chitarra, voce (1998–2015)
  • Tosse Basler - chitarra ritmica, voce (2015–2018)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Gerhard Felix Stass al Nocturnal Culture Night 2017

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 - Black Pearls

DVD[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 - Live
  • 2001 - Remind
  • 2005 - Liverevolution

Apparizioni in compilation[modifica | modifica wikitesto]

Demo[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni della Cioppa (a cura di), HM. Il grande libro dell'heavy metal, Giunti, 2010, ISBN 978-88-09-74962-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136823755 · ISNI (EN0000 0001 0664 2512 · LCCN (ENno2008156729 · GND (DE10302435-9 · BNF (FRcb140121580 (data)
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal