Crasso (famiglia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La famiglia Crasso (nelle fonti indicata anche alla latina Crassus) fu una famiglia nobile della Repubblica di Ragusa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ben poco si conosce dei Crasso di Ragusa, il cui cognome lascia intuire una probabile ascendenza dalla penisola italiana. Le ultime tracce della famiglia risalgono al XVII secolo, per cui si suppone che si sia estinta in quel periodo, o che in alternativa gli ultimi discendenti si siano trasferiti in altro luogo. Tre Crasso da Ragusa hanno lasciato il loro stemma nel palazzo del Bo all'Università di Padova.

Personalità notabili (in ordine cronologico)[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Crasso (XVII secolo) - Filosofo e medico, venne eletto per due volte Sindaco nell'Università di Padova. È ricordato per aver identificato una nuova pianta, oggi classificata col nome di Rheum raponticum[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alan W. Armstrong (cur.), "Forget Not Mee & My Garden...": selected letters, 1725-1768 of Peter Collinson F.R.S., American Philosophical Society, Philadelphia 2002, p. 63.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Maria Appendini, Notizie istorico-critiche sulle antichità storia e letteratura de' Ragusei, Dalle stampe di Antonio Martecchini, Ragusa 1803
  • Renzo de' Vidovich, Albo d'Oro delle famiglie nobili patrizie e illustri nel Regno di Dalmazia, Fondazione Scientifico Culturale Rustia Traine, Trieste 2004
  • Simeone Gliubich, Dizionario biografico degli uomini illustri della Dalmazia, Vienna-Zara 1836
  • Giorgio Gozzi, La libera e sovrana Repubblica di Ragusa 634-1814, Volpe Editore, Roma 1981
  • Robin Harris, Storia e vita di Ragusa - Dubrovnik, la piccola Repubblica adriatica, Santi Quaranta, Treviso 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]