Costa d'Oneglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Costa d'Oneglia
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Liguria.svg Liguria
ProvinciaProvincia di Imperia-Stemma.png Imperia
ComuneImperia-Stemma.png Imperia
Territorio
Coordinate43°54′57″N 8°01′53″E / 43.915833°N 8.031389°E43.915833; 8.031389 (Costa d'Oneglia)Coordinate: 43°54′57″N 8°01′53″E / 43.915833°N 8.031389°E43.915833; 8.031389 (Costa d'Oneglia)
Altitudine151 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale18100
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Costa d'Oneglia
Costa d'Oneglia

Costa d'Oneglia è una frazione del comune di Imperia, in provincia di Imperia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si trova su una collina soleggiata circondata da uliveti pochi chilometri alle spalle di Oneglia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante la seconda guerra mondiale fu teatro di una strage, che porta appunto il suo nome, la Strage di Costa d'Oneglia. Fu in passato comune autonomo, prima di prendere parte nel 1923 alla creazione del comune di Imperia. È il paese d'origine della famiglia dell'onegliese Domenico Belgrano, poi emigrato in Argentina, padre del Generale Manuel Belgrano, patriota argentino a Buenos Aires, condottiero e ideatore della "bandera albiceleste" argentina.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale di Sant'Antonio. Edificata tra il 1779 e il 1787, presenta una maestosa facciata in stile Barocco che domina l'ampia piazza antistante;
  • Oratorio dell'Assunta. In passato fu la chiesa parrocchiale del paese, prima di essere declassato a oratorio dopo la costruzione della più ampia nuova parrocchiale. Possedeva anzitempo uno slanciato campanile che venne successivamente abbattuto;
  • Santuario della Madonna del Carmine. Si trova su un colle soleggiato a qualche centinaia di metri a sud del paese. La costruzione attuale in stile neoclassico, con una grande cupola centrale e un maestoso pronao sorretto da colonne con capitelli corinzi, risale al 1881. Venne edificato per ringraziare la Madonna di aver risparmiato dal colera gli Onegliesi rifugiatisi nel borgo di Costa d'Oneglia per sfuggire alla malattia. Durante la Seconda guerra mondiale venne danneggiato dai bombardamenti ma fu immediatamente restaurato;
  • Chiesetta di San Sebastiano. Situata a pochi metri a nord-ovest del borgo, si può godere dalla piazzetta antistante un ottimo colpo d'occhio sul paese;
  • Chiesetta dei Santi Cosma e Damiano. È situata nel vicino borgo di Costa Rossa, ora tornato a rivivere grazie a 30 famiglie che hanno deciso di abitarvi dopo essere stato interamente distrutto dal terremoto del 1887.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Festa patronale il 17 gennaio;
  • Notte Bianca a fine giugno-inizio luglio;
  • Festa della Madonna del Carmine il 16 luglio.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia del paese è principalmente legata all'agricoltura, specialmente all'olivicoltura con la produzione dell'olio d'oliva.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Costa d'Oneglia è collegata con il capoluogo Imperia per mezzo di una strada comunale che passa anche per la piccola frazione di Oliveto.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Imperia - Oneglia sulla linea ferroviaria VentimigliaGenova nel tratto locale compreso tra Ventimiglia e Savona.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Liguria Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Liguria