Coracias benghalensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ghiandaia marina indiana
Indian Roller (Coracias benghalensis) (20848083015).jpg
Coracias benghalensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Coraciiformes
Famiglia Coraciidae
Genere Coracias
Specie C. benghalensis
Nomenclatura binomiale
Coracias benghalensis
(Linnaeus, 1758)
Sinonimi

Corvus benghalensis
Linnaeus, 1758

Areale
Coracias benghalensis distr.png

La ghiandaia marina indiana (Coracias benghalensis (Linnaeus, 1758)) è un uccello della famiglia Coraciidae.[2]

È l'uccello simbolo dello stato indiano del Karnataka.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un uccello di media taglia, lungo 30–34 cm, con un peso di 166–176 g.[4] Assieme alla ghiandaia marina indocinese (C. affinis) è la sola specie del genere Coracias che mostra una striscia azzurra lungo la metà distale delle remiganti primarie, ben visibile in volo.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Coracias benghalensis mentre dispiega le ali

Durante la stagione riproduttiva i maschi si esibiscono in evoluzioni acrobatiche.[5]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Si trova ampiamente in Asia occidentale e nel subcontinente indiano, dall'Iraq e dalla parte orientale della penisola arabica sino al Bangladesh e al Bhutan.[1] La più grande popolazione vive in India.[senza fonte]

È spesso avvistato sugli alberi, in prati aperti e in ambienti forestali.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie fu descritta nel 1758 da Linneo, nella decima edizione della sua opera Systema Naturae, come Corvus benghalensis.[6]

Sono note due sottospecie:[2]

  • Coracias benghalensis benghalensis (Linnaeus, 1758)
  • Coracias benghalensis indicus Linnaeus, 1766

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2016, Indian Roller (Coracias benghalensis), su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019. URL consultato il 26/11/2019.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Order Coraciformes, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 26/11/2019.
  3. ^ (EN) States and Union Territories Symbols, su knowindia.gov.in. URL consultato il 26 novembre 2019.
  4. ^ (EN) Fry, H. & Kirwan, G.M., Indian Roller (Coracias benghalensis), su Handbook of the Birds of the World Alive, 2019. URL consultato il 26 novembre 2019.
  5. ^ (EN) Rasmussen PC & JC Anderton, Birds of South Asia: The Ripley Guide, vol. 2, Smithsonian Institution & Lynx Edicions, 2005, pp. 270.
  6. ^ (LA) Linnaeus C., Corvus benghalensis, in Systema naturae per regna tria naturae: secundum classes, ordines, genera, species, cum characteribus, differentiis, synonymis, locis, vol. 1, X ed., Holmiae, Laurentii Salvii, 1758, p. 106.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli