Copaifera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Copaifera
Copaifera langsdorffii Taub76.png
Copaifera langsdorffii
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Sottofamiglia Caesalpinioideae
Tribù Detarieae
Genere Copaifera
L., 1762
Nomi comuni

Cabimo, Cabismo, Copaúva, Kupa'y

Specie
  • V. testo

Copaifera è un genere di piante della famiglia delle Fabacee (sottofamiglia Cesalpinioidee)[1], che comprende piccoli alberi tropicali.

Sono noti per le resine che ne vengono estratte (genericamente indicate come Copaiba, nome utilizzato anche per indicare comunemente diverse specie), particolarmente ricche di terpene e altri idrocarburi (ogni albero di Copaifera langsdorffii può produrre qualche decina di litri di idrocarburi per anno).

L'estratto di copaifera, detto "balsamo copaibe", venne utilizzato fino alla scoperta della penicillina come rimedio contro la gonorrea e altre infezioni sessuali. Tra i molti farmaci realizzati in Europa, ricordiamo le "Capsule D'Emilio al balsamo copaibe", primo farmaco italiano a base di copaifera, prodotto a Napoli nella seconda metà del XIX secolo.[2]

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Comprende le seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Copaifera, in The Plant List. URL consultato il 30 marzo 2015.
  2. ^ L'indipendente, n.114, 26 febbraio 1861

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Copaifera langsdorfii sul sito della Purdue University, in inglese

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica