Congregazione di Avignone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Congregazione di Avignone
Congregatio de Avignone
Emblem of the Holy See usual.svg
Eretto23 giugno 1692 da papa Innocenzo XII
Soppresso18 agosto 1791 da papa Pio VI
Santa Sede · Chiesa cattolica
I dicasteri della Curia romana

La Congregazione di Avignone, ufficialmente in latino Congregatio de Avignonis, era un organismo della Curia romana, creato nel 1692 e soppresso nel 1791.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Papa Innocenzo XII creò questo dicastero con la bolla pontificia Romanum decet Pontificem il 23 giugno 1692.

La congregazione venne eretta con lo scopo di amministrare e tutelare il possedimento di Avignone e del Contado Venassino, enclave territoriali di proprietà dello Stato della Chiesa ma situati formalmente in Francia. La congregazione aveva sede a Roma ed aveva il cardinale segretario di stato quale suo prefetto che esercitava la propria giurisdizione in materia attraverso un vice-legato. A partire dal 1774 il vice-legato divenne presidente di questa stessa congregazione, pur trovandosi ormai privo di qualsiasi autorità. Con lo scoppio della Rivoluzione francese ed il reclamo di quelle terre alla Francia, la congregazione venne abolita ed i territori perduti.

Elenco dei prefetti[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei segretari[modifica | modifica wikitesto]

...

...

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316410839 · BAV ADV12276433 · WorldCat Identities (EN316410839