Command & Conquer 4: Tiberian Twilight

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Command & Conquer 4: Tiberian Twilight
videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows
Data di pubblicazioneStati Uniti 16 marzo 2010
Europa 19 marzo 2010
GenereStrategia in tempo reale
SviluppoEA Los Angeles
PubblicazioneElectronic Arts
SerieCommand & Conquer
Modalità di giocoGiocatore singolo, multiplayer
Periferiche di inputTastiera, mouse
Fascia di etàESRB: T
PEGI: 16+
Preceduto daCommand & Conquer 3: Tiberium Wars

Command & Conquer 4: Tiberian Twilight è un videogioco strategico in tempo reale facente parte della saga di Command & Conquer. Secondo quanto dichiarato da Electronic Arts, Tiberian Twilight è il capitolo conclusivo della Serie Tiberium, iniziata nel 1995 con Tiberian Dawn.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il capitolo è ambientato dopo gli eventi di Command & Conquer 3: Tiberium Wars, e la situazione è ancora peggiorata: il Tiberium, minerale tossico e allo stesso tempo molto ambito, ha invaso quasi tutta la Terra, e quindi al GDI e ai Nod, per evitare l'estinzione dell'uomo, non rimane che un'ultima possibilità: allearsi. L'inizio infatti vede Kane presentarsi alla GDI per trattare un'alleanza per fermare l'avanzata del Tiberium; la campagna comincia 15 anni dopo l'incipit. Il Tiberium è ora sotto controllo, grazie ad una serie di tubature che ne fermano la diffusione, ma il conflitto si è riacceso a causa della grande quantità di Tiberium disponibile, che è diventato una risorsa sfruttabile in modo sicuro.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Tiberian Twilight si differenzia dai passati capitoli per due cambiamenti radicali: il primo è che non è più necessario raccogliere risorse (ovvero i cristalli di Tiberium) per costruire edifici e unità; il secondo è che per vincere le battaglie si devono conquistare punti di controllo sparsi nella mappa, che permetteranno al giocatore di guadagnare dei punti.[2] Sono stati inseriti inoltre alcuni elementi tipici dei GDR, e una nuova interfaccia, simile a quella già vista in Warhammer 40,000: Dawn of War II.

Proprio per questi secchi e profondi mutamenti, il gioco non è stato accolto con particolare entusiasmo dal pubblico e non ha avuto successo come gli episodi precedenti della serie, in particolare Command & Conquer 3: Tiberium Wars.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ EA Los Angeles announces the development of Command & Conquer 4, Electronic Arts, 9 luglio 2009. URL consultato il 10 luglio 2009.
  2. ^ Command & Conquer 4 Q&A - Exclusive First Details, GameSpot, 9 luglio 2009. URL consultato il 9 luglio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi