Collesino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Collesino
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Massa-Carrara-Stemma.png Massa-Carrara
ComuneBagnone-Stemma.png Bagnone
Territorio
Coordinate44°19′04″N 10°02′39″E / 44.317778°N 10.044167°E44.317778; 10.044167 (Collesino)Coordinate: 44°19′04″N 10°02′39″E / 44.317778°N 10.044167°E44.317778; 10.044167 (Collesino)
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale54021
Prefisso0187
Fuso orarioUTC+1
Nome abitanticollesinese, collesinesi[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Collesino
Collesino

Collesino (Colsìn nel dialetto della Lunigiana) è una frazione del comune di Bagnone in provincia di Massa e Carrara, in Lunigiana.

La posizione[modifica | modifica wikitesto]

Eretto sul lato destro del torrente Mangiola, tributario di sinistra del Bagnone, Collesino è un insieme di borgate, ognuna con la sua propria autonomia urbana e storica: Trefontane e Castello sono quelle più elevate a livello altimetrico (rispettivamente 692 mt. e 725 mt. s.l.m.), mentre Chiesa e Nolano sono quelle più basse (590 mt. s.l.m.). Varie storiche mulattiere lo collegano ai borghi di Jera, Compione e Pastina.

Collesino è raggiungibile dal lato bagnonese attraversando la frazione di Mochignano (all'altezza della deviazione per Mochignano di Sopra), mentre dal lato di Licciana Nardi occorre percorrere tutta la vallata di Apella (Licciana Nardi), superando questo borgo e proseguendo lungo il fianco della montagna.

I caratteri naturali[modifica | modifica wikitesto]

Attraversando il territorio di Collesino colpisce il suo inserimento in una realtà estremamente boscosa e verde (la valle di Verbugnola in cui nasce il torrente Mangiola), la sua ubicazione panoramica e isolata rispetto al comune del quale fa parte e la sua vicinanza al confine con il territorio di Licciana Nardi e la vicina Apella (Licciana Nardi).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 167.