Clotilde Micheli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beata Maria Serafina del Sacro Cuore

Fondatrice

Nascita 11 settembre 1849, Imer
Morte 24 marzo 1911, Faicchio
Venerata da Chiesa cattolica
Beatificazione Papa Benedetto XVI, 1º luglio 2010
Santuario principale Faicchio, Chiesa di Maria Santissima del Carmelo o chiesa delle Suore degli Angeli
Ricorrenza 24 marzo

Clotilde Micheli, in religione Maria Serafina del Sacro Cuore (Imer, 11 settembre 1849Faicchio, 24 marzo 1911), è stata una religiosa italiana, fondatrice delle Suore degli Angeli: è stata proclamata beata nel 2011.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dotata di doni mistici fin dalla giovinezza, si sentì chiamata a fondare una congregazione specialmente dedicata all'adorazione della Trinità. Dopo aver vissuto alcuni anni in Germania lavorando come infermiera, nel 1887 intraprese un pellegrinaggio ai principali santuari mariani e a Roma.

A Roma entrò tra le suore Immacolatine e nel 1891 si trasferì nella zona di Caserta e, assieme ad alcune giovani di Casolla, diede inizio alla congregazione delle Suore degli Angeli.

Morì nel 1911 a Faicchio, dove era stata trasferita la casa madre dell'istituto.

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

Papa Benedetto XVI l'ha riconosciuta venerabile il 3 luglio 2009 e il 1º luglio 2010 ha decretato l'autenticità di un miracolo attribuito alla sua intercessione, consentendone la beatificazione.

Il rito di beatificazione, presieduto dal cardinale Angelo Amato, è stato celebrato il 28 maggio 2011 nel campo sportivo di Faicchio. Le reliquie di madre Maria Serafina del Sacro Cuore sono site nella chiesa di Maria santissima del Carmelo o chiesa delle Suore degli Angeli in Faicchio.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Beata Maria Serafina del S. Cuore (Clotilde Micheli), in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Controllo di autorità VIAF: (EN7216881