Clori (ninfa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Clori
Flora, por Tiziano.jpg
Flora, di Tiziano
Nome orig.Χλωρις
SpecieNinfa tramutata in Dea
SessoFemmina
ProfessioneDea della primavera e dei fiori

Clori (in greco antico Χλωρις) od anche citata come Cloride (Χλωριςιδος) è un personaggio della mitologia greca, una Ninfa e dea della primavera, dei fiori e dello sviluppo (crescita). Divenuta floris per la mitologia romana, quindi identificata con la Flora dai popoli Italici[1].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Di Clori si credeva anche che avesse vissuto nei Campi Elisi ed il mito raccontava che fosse stata rapita da Zefiro (dio del vento di ponente) che in seguito la sposò e trasformò nella dea (Flora appunto)[1].
Da Zefiro ebbe il figlio Carpo, il frutto[1].
Era anche ritenuta responsabile delle trasformazioni di Adone, Attis, Croco, Giacinto e Narciso in fiori[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]