Cillene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Cillene (disambigua).
Cillene
Nome orig.Κυλλήνη
SpecieNinfa naiade
SessoFemmina
Luogo di nascitamonte Cillene

Cillene (in greco antico: Κυλλήνη, Kullếnê) è un personaggio della mitologia greca. È una ninfa naiade delle sorgenti.

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

Fu moglie di Pelasgo e madre di Licaone[1].

A volte è considerata moglie dello stesso Licaone[2].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Eponima del Monte Cillene, il più alto nel territorio dell'Arcadia del nord[2] dove nacque Ermes e forse per questo Cillene viene indicata come la sua nutrice nella prima infanzia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Apollodoro, Biblioteca, III, 8.1, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.
  2. ^ a b Dionigi di Alicarnasso, Antichità romane 1.13.1

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pierre Grimal, Enciclopedia della mitologia 2ª edizione, Brescia, Garzanti, 2005, ISBN 88-11-50482-1. Traduzione di Pier Antonio Borgheggiani.
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca