Chrystele Saint Louis Augustin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«La gente pensa che io non sia di colore perché ho la pelle chiara: è vero sono europea, ma sono anche io una black woman»

(Chrystele Saint Louis Augustin in un'intervista a Vogue[1])

«Scelte di carattere e un'immagine fuori dall'ordinario: abbiamo incontrato Chrystèle Saint Louis Augustin, la modella con un mondo intero scritto nei geni»

(Dal sito di Missoni[2])
Chrystele Saint Louis Augustin
Altezza178 cm
Misure81-63,5-89
Taglia36 (UE) - 6 (US)
Scarpe41 (UE) - 9,5 (US)
Occhiazzurri[2]
Capellibiondo scuri

Chrystele Saint Louis Augustin (Parigi, 27 dicembre 1974) è una supermodella e attrice francese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente da una famiglia di colore delle Indie Occidentali[1], crebbe a Vitry sur Seine[2]; studiò comunicazione e giornalismo all'Istituto francese per la stampa, quindi, dietro suggerimento di un amico[1], partecipò ad un casting aperto ad aspiranti modelle e lì fu scoperta ed ingaggiata[3] dalla City Models[1].

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

Vanta pubblicità per Yves Saint Laurent, Benetton, Emanuel Ungaro, Givenchy, Hermès, Kenzo, Missoni e Shiseido[3].

Copertine[modifica | modifica wikitesto]

Le sue foto sono comparse su anche varie copertine di

  • Vogue, nelle edizioni australiana del luglio 1997, francese dell'ottobre 1994 e tedesca del febbraio 1996[3]
  • Elle, nelle edizioni giapponese del dicembre 1997 e statunitense del luglio 1995[3]
  • Cosmopolitan (periodico), nell'edizione francese (gennaio 1999)[3].

Sfilate[modifica | modifica wikitesto]

Ha sfilato anche per Yves Saint Laurent, Givenchy, Christian Dior, Vivienne Westwood, Chanel, Kenzo, Emanuel Ungaro e Jean Paul Gaultier, oltre che per Victoria's Secret nel 1998[3].

Agenzie[modifica | modifica wikitesto]

Tra le agenzie che l'hanno rappresentata ci sono state:

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un'apparizione non accreditata in Celebrity di Woody Allen, dal 2006 è apparsa in alcuni short e nel film Mon roi di Maïwenn (2015)[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Chrystèle Saint Louis Augustin vogue.it
  2. ^ a b c Chrystèle Saint Louis Augustin Archiviato il 9 aprile 2014 in Internet Archive. missoni.com
  3. ^ a b c d e f g h Come da scheda su fmd
  4. ^ Come da scheda personale su Imdb

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]