Chiesa di San Lorenzo (Finale Ligure, Punta Crena)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa antica di San Lorenzo
Chiesa di San Lorenzo, Punta Crena 2.jpg
Stato  Italia
RegioneLiguria
LocalitàVarigotti (Finale Ligure)
IndirizzoStrada Mons. Giussani - Varigotti
Coordinate44°11′07.8″N 8°24′23″E / 44.1855°N 8.40639°E44.1855; 8.40639
Religionecattolica di rito romano
Diocesi Savona-Noli
Stile architettonicogotico
Inizio costruzioneXII secolo
CompletamentoXIV secolo

La chiesa di San Lorenzo sorge a mezza costa sul promontorio tra Punta Crena e dominando la cosiddetta "Baia dei Saraceni", porto naturale del rione di Varigotti a Finale Ligure, in provincia di Savona.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa attuale è tutto ciò che rimane di un'importante e prospero insediamento monastico di origini antichissime da parte dei monaci benedettini di San Colombano (presenti anche nel monastero dell'Isola Gallinara), come si evince dai ritrovamenti nell'area di tombe risalenti all'epoca tardo imperiale o bizantina del IV secolo con rifacimenti successivi con iscrizioni del VII secolo e decorazioni e sculture longobarde dell'VIII secolo[1].

Una delle prime citazioni in documenti risale al 1213 per l'acquisto di terreni, ma già nel 1127 la chiesa è interessata nella concessione del vescovo di Albenga ai monaci benedettini dell'Abbazia di Lerino.

Officiata dal clero secolare mantenne altresì il titolo di parrocchiale di Varigotti fino al 1586, anno in cui il titolo fu trasferito nell'attuale e più centrale chiesa di San Lorenzo.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La navata

La chiesa è a navata unica con abside quadrato illuminato da monofore e una parte più recente (la parete verso il mare) su cui si aprono due porte in stile gotico. Anche la volta a crociera in mattoni della sacrestia risale allo stesso periodo (XIV secolo). La parete a monte dovrebbe invece essere antecedente al 1000.

La chiesa fu bersaglio di una bomba durante il secondo conflitto mondiale, la quale ne danneggiò il tetto che rimase sfondato per molti anni.

A partire dal 1995 l'edificio è stato oggetto di interventi di restauro, Il primo in Liguria in cui fu utilizzato l'elicottero per il sollevamento dei materiali.

I numerosi reperti di epoca imperiale e dell'alto medioevo, ritrovati nell'area dell'antica chiesa, tra i quali un sarcofago del III o IV secolo, sono oggi conservati presso il museo archeologico del Finale ospitato nelle sale dell'antico complesso conventuale di Santa Caterina a Finalborgo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • U. Formentini, Note storico-archeologiche sulla chiesa di S. Lorenzo di Varigotti, in «Rivista di Studi Liguri», XIII, 1947, pp. 56-61
  • Nino Lamboglia, B. Ugo, Ritrovamenti e restauri a S. Lorenzo di Varigotti, in «Rivista Ingauna e Intemelia», n.s., a. VII, 1952, nn. 2-4, pp. 29-44
  • V. Polonio, Diocesi di Savona-Noli, in AA. VV., Liguria Monastica, in «Italia Benedettina», II, Cesena, 1979, pp. 153-170
  • F. Molteni e B. Ugo, La chiesa di San Lorenzo a Varigotti, Savona, Sabatelli, 1993
  • AA. VV., La chiesa medievale di San Lorenzo a Varigotti, Ass. Amici di San Lorenzo, Finale Ligure, 1995
  • F. Benente, Varigotti. San Lorenzo, in AA. VV., Archeologia cristiana in Liguria. Aree ed edifici di culto tra IV e XI secolo, Genova, 1998
  • A. Frondoni, F. Benente, G. Murialdo, P. Palazzi, L. Pellegrineschi, Indagini archeologiche a Varigotti (Savona). Il castrum e la chiesa di S. Lorenzo, in AA. VV., I Congresso Nazionale di Archeologia Medievale, a cura di S. Gelichi, Firenze 2000, pp. 102-108
  • Tiziano Mannoni, Carlo Gagliardo; Giovanni Murialdo, Varigotti e la chiesa di San Lorenzo: un antico porto della Liguria di ponente, Istituto Studi Liguri, 2005, ISBN 88-86796-49-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]