Chiesa di San Giovanni (Tubre)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Giovanni
St.-Johann-Kirche
St Johann Taufers.JPG
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
LocalitàTubre-Stemma.png Tubre
ReligioneCattolica
TitolareSan Giovanni[Quale?]
Diocesi Bolzano-Bressanone
Stile architettonicoromanico

Coordinate: 46°38′56.01″N 10°28′04.65″E / 46.648891°N 10.467958°E46.648891; 10.467958

La chiesa di San Giovanni (in tedesco St.-Johann-Kirche) a Tubre è la chiesa più antica del paese.

Le sue origini risalgono al IX secolo, quando faceva parte di un'abbazia benedettina caduta in rovina verso il 1130. La chiesa è nota soprattutto per il dipinto duecentesco che rappresenta San Cristoforo, la più antica immagine del santo presente in Tirolo. Inconsueta è anche la pianta a croce greca.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio del 1220 è in stile romanico, e la pianta della chiesa, che è ben conservata nel suo genere, ha la tipica forma di una croce greca, ed al suo interno sono conservati affreschi romanici del 1220-1230 e gotici del 1383.

Già prima del 1220 in verità la maggior parte della chiesa di San Giovanni in Val Monastero era già stata essenzialmente costruita.

Sull'avancorpo occidentale si trova una facciata di conci e una larga porta con tre arcate a sesto ribassato. La parte centrale del complesso è accessibile tramite un portico costruito su due piani.

Dal 1300 il portico superiore fungeva da dormitorio e quello inferiore da soggiorno ai pellegrini dell'ospizio diretto dall'Ordine Gerosolimitano.

Anche la sagrestia e le abitazioni facevano parte dell'ospizio, e conservano uno straordinario ciclo di affreschi

L'affresco di San Cristoforo sul lato nord, che è al contempo il più antico ritratto del Santo in Tirolo, ha dato il nome a questa cappella: non è solamente il ritratto più antico ma anche l'immagine più grande di San Cristoforo in tutto l'arco alpino.

Gli affreschi romanici ampiamente conservati sulla parete sud e sul soffitto a volta che illustrano, fra l'altro, il battesimo di Gesù, Mosè come legislatore, Cristo tra Maria e Giovanni, come anche tanti cavalieri, principi, nobili e contadini, sono tutti dello stesso artista della Val Venosta.

Nell'atrio superiore si trova un ciclo di affreschi gotico della fine del XIV secolo.

Nel XVII secolo la chiesa era in possesso dei Conti Hendl e attorno al 1837 l'ex ospizio di San Giovanni è stato acquistato dal comune di Tubre.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4823069-8