Diocesi di Saint John's-Basseterre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Chiesa cattolica in Montserrat)
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Saint John's-Basseterre
Dioecesis Sancti Ioannis Imatellurana
Chiesa latina
Exploring st- john's antigua - 5.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Castries
Sede vacante
Amministratore diocesano Robert Anthony Llanos
Sacerdoti 12 di cui 3 secolari e 9 regolari
1.395 battezzati per sacerdote
Religiosi 9 uomini, 12 donne
Diaconi 3 permanenti
Abitanti 186.880
Battezzati 16.743 (9,0% del totale)
Superficie 1.050 km²
Parrocchie 13
Erezione 16 gennaio 1971
Rito romano
Cattedrale Sacra Famiglia
Concattedrali Immacolata Concezione
Indirizzo P.O. Box 836, Saint John’s, Antigua, W.I.
Sito web diocesesjb.org
Dati dall'Annuario pontificio 2015 (ch · gc)
 
Concattedrale dell'Immacolata Concezione.

La diocesi di Saint John's-Basseterre (in latino: Dioecesis Sancti Ioannis Imatellurana) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Castries. Nel 2014 contava 16.743 battezzati su 186.880 abitanti. La sede è vacante.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende le isole di sottovento (Leeward): Antigua e Barbuda, Saint Kitts e Nevis, Montserrat, Anguilla e le Isole Vergini britanniche.

Sede vescovile è la città di Saint John's, capitale di Antigua e Barbuda, dove si trova la cattedrale della Sacra Famiglia. A Basseterre, capitale di Saint Kitts e Nevis, si trova la concattedrale dell'Immacolata Concezione di Maria Vergine.

Il territorio è suddiviso in 13 parrocchie, così distribuite:

  • Antigua e Barbuda: Sacra Famiglia e Nostra Signora del Perpetuo Soccorso;
  • Montserrat: San Patrizio;
  • Saint Kitts: Immacolata Concezione, Sacra Famiglia e Sacro Cuore;
  • Nevis: Santa Teresa;
  • Anguilla: San Gerardo;
  • Isole Vergini Britanniche: San Guglielmo e Sant'Orsola.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Saint John's fu eretta il 16 gennaio 1971 con la bolla Cum nobis di papa Paolo VI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Roseau.

Il 21 giugno 1981 ha assunto il nome attuale con il decreto Plures in Mari della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2014 su una popolazione di 186.880 persone contava 16.743 battezzati, corrispondenti al 9,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1976 11.640 130.907 8,9 12 12 970 19 24 12
1980 11.803 130.907 9,0 12 1 11 983 21 16 11
1990 14.286 156.454 9,1 15 5 10 952 1 17 23 10
1999 14.313 131.098 10,9 17 4 13 841 5 18 16 10
2000 14.402 131.187 11,0 16 4 12 900 5 17 15 10
2001 14.537 131.301 11,1 15 4 11 969 4 15 12 10
2002 15.233 137.204 11,1 14 3 11 1.088 4 14 9 9
2003 15.322 137.293 11,2 15 4 11 1.021 4 14 12 10
2004 15.423 137.394 11,2 17 6 11 907 4 11 12 10
2010 14.878 169.787 8,8 8 8 1.859 5 7 10
2014 16.743 186.880 9,0 12 3 9 1.395 3 9 12 13

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi