Chiesa cattolica a Saint Kitts e Nevis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa cattolica a Saint Kitts e Nevis
Emblem of the Holy See usual.svg
Anno 2005
Popolazione 40 mila
Nunzio apostolico Fortunatus Nwachukwu
Codice KN

La Chiesa cattolica a Saint Kitts e Nevis è parte della Chiesa cattolica in comunione con il vescovo di Roma, il papa.

Storia e organizzazione ecclesiastica[modifica | modifica wikitesto]

Lo stato di Saint Kitts e Nevis comprende le due isole di Saint Kitts e di Nevis. Il cattolicesimo iniziò a fiorire sull'isola di Saint Kitts nel corso dell'Ottocento grazie soprattutto ad immigrati portoghesi ed irlandesi. Nel 1858 fu nominato il primo parroco, il sacerdote Phillip Lynch.

Oggi i cattolici di Saint Kitts e Nevis appartengono alla diocesi di Saint John's-Basseterre, che ha la sua sede nella città di Saint John's sull'isola di Antigua. A Basseterre, capitale di Saint Kitts e Nevis, si trova la concattedrale dell'Immacolata Concezione di Maria Vergine, costruita nel 1856, e ricostruita negli anni 1927-1928. In Saint Kitts esistono altre due parrocchie, la Sacra Famiglia e il Sacro Cuore. Nell'isola di Nevis si trova la parrocchia di Santa Teresa. In totale, sono 4 le parrocchie cattoliche presenti nello stato insulare.

Nunziatura apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La nunziatura apostolica di Saint Kitts e Nevis è stata istituita il 19 luglio 1999[1], separandola dalla delegazione apostolica nelle Antille. Il nunzio risiede a Port of Spain, in Trinidad e Tobago.

Nunzi apostolici[modifica | modifica wikitesto]

  • Eugenio Sbarbaro (23 ottobre 1999 - 26 aprile 2000 nominato nunzio apostolico in Serbia e Montenegro)
  • Emil Paul Tscherrig (1º giugno 2001 - 22 maggio 2004 nominato nunzio apostolico in Corea)
  • Thomas Edward Gullickson (2 ottobre 2004 - 21 maggio 2011 nominato nunzio apostolico in Ucraina)
  • Nicola Girasoli (29 ottobre 2011 - 16 giugno 2017 nominato nunzio apostolico in Perù)
  • Fortunatus Nwachukwu, dal 4 novembre 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]