Charleston (Arizona)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charleston
città fantasma
(EN) Charleston, Arizona
Charleston – Veduta
Charleston, circa 1885
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Arizona.svg Arizona
ConteaCochise
Territorio
Coordinate31°38′08.88″N 110°10′22.8″W / 31.6358°N 110.173°W31.6358; -110.173 (Charleston)Coordinate: 31°38′08.88″N 110°10′22.8″W / 31.6358°N 110.173°W31.6358; -110.173 (Charleston)
Altitudine1 216 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-7
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Charleston
Charleston

Charleston è una città fantasma degli Stati Uniti d'America della contea di Cochise nello Stato dell'Arizona. Fu occupata dalla fine degli anni 1870 fino alla fine degli anni 1880 e si trovava in quello che allora era conosciuto come il Territorio dell'Arizona. Situata sulla sponda occidentale del fiume San Pedro, l'economia di Charleston era basata sulla macinazione del minerale d'argento estratto dalla vicina Tombstone nella comunità di Millville, situata direttamente sul fiume.[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ James E. Sherman e Barbara H. Sherman, Charleston, in Ghost Towns of Arizona, First, University of Oklahoma Press, 1969, pp. 26–29, ISBN 0-8061-0843-6. URL consultato il 23 marzo 2018.
  2. ^ Philip Varney, Tombstone Territory Ghosts, in Stieve, Robert (a cura di), Arizona Ghost Towns and Mining Camps: A Travel Guide to History, 10th, Phoenix, Arizona, Arizona Highways Books, April 2005, p. 124, ISBN 1-932082-46-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Arizona Portale Arizona: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Arizona