Tombstone (Arizona)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tombstone
city
(EN) City of Tombstone
Tombstone – Veduta
Allen Street
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Arizona.svg Arizona
ConteaCochise
Amministrazione
SindacoDusty Escapule
Territorio
Coordinate31°42′57″N 110°03′53″W / 31.715833°N 110.064722°W31.715833; -110.064722 (Tombstone)Coordinate: 31°42′57″N 110°03′53″W / 31.715833°N 110.064722°W31.715833; -110.064722 (Tombstone)
Altitudine1 384 m s.l.m.
Superficie11,16 km²
Abitanti1 380 (2010)
Densità123,66 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale85638
Prefisso520
Fuso orarioUTC-7
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Tombstone
Tombstone
Tombstone – Mappa
Sito istituzionale

Tombstone è un comune (city) degli Stati Uniti d'America della contea di Cochise nello Stato dell'Arizona. La popolazione era di 1,380 abitanti al censimento del 2010. La principale attività economica è legata al turismo, a causa della sua storia iniziale legata all'espansione della frontiera di questa città nel XIX secolo. In questa città, il 26 ottobre 1881, avvenne la Sparatoria all'O.K. Corral.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Tombstone è situata a 31°42′57″N 110°03′53″W / 31.715833°N 110.064722°W31.715833; -110.064722 (31.715940, -110.064827)[1].

Secondo lo United States Census Bureau, ha un'area totale di 4,31 mi² (11,16 km²).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tombstone nel 1891

La città nacque come campo di minatori nei pressi di una vena d'argento trovata da Ed Schieffelin. Secondo la leggenda, un giorno egli era al Campo Huachuca in Arizona, e parlò a un soldato della possibile ricchezza mineraria nelle vicine montagne. Il militare, però, lo avvertì circa i pericoli che c'erano intorno, soprattutto la minaccia degli Apache. Inoltre, gli disse che tutto ciò che avrebbe trovato sarebbe stata solo la sua lapide (tombstone).

Nonostante gli avvertimenti, nel 1878 si trasferì al nascondiglio dei nativi e scoprì un deposito d'argento di circa cinquanta piedi di lunghezza e dodici di larghezza, battezzandolo con il nome di Tombstone, in memoria delle parole del soldato.

Dopo aver trovato un altro deposito, si recò a Tucson a comunicare le proprie scoperte. Nonostante suo fratello, Al Schieffelin, negasse il proprio aiuto per lo sfruttamento delle risorse, un suo amico, Richard K. Gird, decise di aiutarlo, e i due cominciarono lo sfruttamento della miniera, e più tardi anche il fratello di Ed li raggiunse. Nel corso del tempo altre vene furono scoperte - Grand Central, Charleston e Contention - e altri cercatori arrivarono nel luogo, tra cui il campo minerario di Tombstone.

Il 2 dicembre 1878 fu creato un ufficio postale e l'anno successivo la città possedeva 40 abitazioni e 100 abitanti. Mentre Schieffelin lasciava il sito in cerca di altre miniere, altri personaggi arrivarono nel luogo nel 1879: i fratelli Wyatt, Virgil, Morgan e James Earp; e Doc Holliday e Big Nose Kate nel 1880, che creò un capannone in cui si vendeva whisky e le ragazze ballavano per i clienti. Si trattava della prima attività economica di questo tipo in quel posto. Arrivarono anche i criminali come la banda dei fratelli Clanton, i fratelli Mc Laury (Frank e Tom) e Johnny Ringo, di cui alcuni di essi mostravano la loro antipatia per la presenza degli Earp.

La città era cresciuta talmente in modo rapido che divenne una boomtown, perché nel 1880 già possedeva 3.000 abitanti; inoltre nello stesso anno fu creato il quotidiano Tombstone Epitaph. Vi erano anche i visitatori che arrivavano, tipico di tali insediamenti, tra cui i giocatori d'azzardo, imprenditori di saloon, ballerine, etc. Con il tempo, Tombstone ottenne la fama di essere una delle città più violente del sud-ovest degli Stati Uniti. Nel 1881 possedeva 8.000 abitanti, oltre a una scuola, quattro chiese, due banche e un teatro dell'opera. Da un altro lato, con Virgil Earp come sceriffo, le controversie tra i servitori della legge e i criminali peggiorarono i rapporti.

Il 22 giugno 1881 un incendio danneggiò parte della città. Con le rapine che seguirono, lo sceriffo titolare fu licenziato, e il suo posto fu preso da Virgil Earp, una situazione che fece infuriare i criminali locali, in particolare i fratelli Clanton. Il culmine venne raggiunto con l'incontro finale tra i gruppi antagonisti con la Sparatoria all'O.K. Corral il 26 ottobre 1881.

L'anno successivo la città subì un altro incendio. Nello stesso anno, in città fu costruito il Bird Cage Theatre, un mix tra saloon, bordello e casa da gioco. Nei suoi otto anni di esistenza ci furono ventisei morti; il New York Times la definiva "la più selvaggia, rude e vile taverna...".

Nel 1886, mentre si stava scavando un pozzo, fu scoperto un fiume sotterraneo, per la gioia degli abitanti della città. Ma allo stesso tempo fu l'inizio del declino, a causa della inondazione delle miniere circostanti, che portò i minatori a trasferirsi in altri luoghi e vicine città - come Charleston e Millville. Anche se nel 1890 l'acqua poteva essere drenata dalle vene per far risorgere la città, nuove inondazioni fermarono il funzionamento delle miniere. In questo decennio raggiunse il massimo della popolazione (15.000). Nel 1929, le autorità della contea spostarono il capoluogo nella vicina Bisbee, condannando Tombstone a diventare una città fantasma. Nella zona veniva ancora estratto il manganese per il governo durante la prima guerra mondiale e il piombo per la seconda guerra mondiale.

L'eredità del passato, tuttavia, fece risorgere la città attraverso il turismo. Il cimitero di Boot Hill, riproduzioni di sparatorie, il protagonismo nei film e libri, la ricostruzione di Allen Street - vecchio sito di bordelli e bar -, il Cochise County Corthouse, tra gli altri, meritarono a Tombstone il soprannome popolare di "la città troppo dura a morire".

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[2] del 2010, la popolazione era di 1,380 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 91,96% di bianchi, lo 0,43% di afroamericani, lo 0,65% di nativi americani, lo 0,65% di asiatici, lo 0,07% di oceanici, il 2,83% di altre razze, e il 3,41% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 20,87% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF: (FRcb126492439 (data)
Arizona Portale Arizona: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Arizona