Charles Félix Marie Texier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Charles Félix Marie Texier (Versailles, 22 agosto 1802Parigi, 1º luglio 1871) è stato un archeologo, architetto e accademico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frequentò l'Accademia delle Belle Arti di Parigi e nel 1823 conseguì la laurea in architettura, nel 1827 fu nominato ispettore dei lavori pubblici a Parigi. Diresse gli scavi nei porti di Fréjus e di Ostia per determinare le cause del ritiro delle acque del Mar Mediterraneo.

Nel 1828 e nel 1829, fu nominato responsabile della missione archeologica dell'Académie des inscriptions et belles-lettres per gli scavi a Frejus, i risultati di questo suo lavoro furono pubblicati solo nel 1849.

Successivamente diresse di nuovo gli scavi a Fréjus ed Ostia, nel 1833 compì un viaggio di studio in Anatolia e, successivamente, nel 1839, un ulteriore viaggio di studio in Armenia, in Persia ed in Mesopotamia.

Nel 1840 fu nominato professore associato di archeologia al Collège de France e nel 1843, ispettore generale degli edifici civili in Algeria. Nel 1855 fu eletto membro dell'Académie des Inscriptions et Belles-Lettres.

Mente enciclopedica, Texier pubblicò descrizioni dell'Asia Minore, dalla Persia alla Mesopotamia, fino all'Armenia, trattando di argomenti diversi e vari fra cui l'arte, i monumenti storici, gli usi e costumi, la geografia, la geologia, le planimetrie di antiche città ed un libro di architettura bizantina.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Description de l'Asie Mineure faite par ordre du gouvernement français dal 1833 al 1837 et publiée par le ministère de l'Instruction publique, 1849, opera dedicata al re Luigi Filippo di Francia
  • Description géographique, historique et archéologique des provinces et des villes de la Chersonnèse d'Asie (Parigi, Firmin Didot, 1862, 1882)
  • Description de l'Arménie et de la Perse, de la Mésopotamie (Parigi, 1842-1845)
  • Édesse et ses monuments (Parigi, 1859)
  • L'Architecture byzantine ou recueil de monuments des premiers temps du christianisme en Orient, Londra, 1864 (con R.P. Pullar)
  • The principal ruins of Asia Minor, Londra, 1865 (con R.P. Pullar)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Testo estratto dall'Atlas topographique des villes de Gaule - 2 - Fréjus
    (Revue archéologique de Narbonaise) par L. Rivet, D. Brentchaloff, S. Roucole, S. Saulnier. (p.|23)
  • Nouveau Larousse illustré, Dictionnaire universel encyclopédique, publié sous la direction de Claude Augé, Paris, Librairie Larousse, 1898 - 1907
  • S. Pedone,The Topography of Constantinople in Charles Felix-Marie Texier’s Words and Drawings, Proceedings of the 22nd International Congress of Byzantine Studies (Sofia 22-27 August 2011), III, Abstract of Free Communications, Bulgarian Historical Heritage Foundation, Sofia 2011: 283-284. ISBN 978-954-8536-05-9.
  • S. Pedone, A Critical Approach to the Byzantine Art in the First Half of 19th Century. The case of Ch. F.-M. Texier, in Actual Problems of Theory and History of Art - International Conference of Young Specialists (Moscow, 1-5 December 2010), St. Petersburg 2011: 92-100. ISBN 978-5-288-05174-6.
  • S. Pedone, "Charles F.-M. Texier and the Studies on the Ottoman Architecture of Constanti-nople: a Pioneering Model, in Eurasian Studies, X, 2012: 281-298.
  • S. Pedone, s.v. Charles Texier, in S. Heid, M. Dennert (eds.), Personenlexikon zur Christlichen Archäologie. Forscher und Persönlichkeiten vom 16. bis 21. Jahrhundert, Regensburg, vol. II: 1227-1229. ISBN 978-3-7954-2620-0.
  • S. Pedone, "«Souvenirs d’une grandeur qui ne s’efface pas». La Santa Sofia di Giustiniano nei disegni di Charles Texier, in A. Rigo, A. Babuin, M. Trizio (eds.), Vie per Bisanzio, VIII Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Studi Bizantin (Venezia, 25-28 novembre 2009), Bari, Edizionidipagina, 2013: 939-962. ISBN 978-88-7470-229-9.
  • S. Pedone, "I monumenti di Costantinopoli della prima età bizantina nei disegni di Charles Texier (1802-1871), in S. Cresci, J. Lopez Quiroga, O. Brandt, C. Pappalardo (eds.), Episcopus, civitas territorium, Atti del XV Congresso Internazionale di Archeologia Cristiana (Toledo, 8-12 September 2008), Roma 2013 (Studi di Antichità Cristiane, LXV), vol. II: 1591-1602. ISBN 978-88-85991-58-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN2619901 · LCCN: (ENnr94013654 · ISNI: (EN0000 0001 0863 3118 · GND: (DE117616389 · BNF: (FRcb13474301v (data) · ULAN: (EN500186045 · NLA: (EN35430149 · BAV: ADV11330763