Character

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Character
ArtistaDark Tranquillity
Tipo albumStudio
Pubblicazione2005
Durata19:46
Dischi1
Tracce11
GenereMelodic death metal
EtichettaCentury Media
ProduttoreDark Tranquillity
RegistrazioneStudio Fredman Göteborg, Svezia
Dark Tranquillity - cronologia
Album precedente
(2004)
Album successivo
(2007)

Character è il settimo LP pubblicato dal gruppo melodic death metal svedese Dark Tranquillity.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Sono trascorsi ormai 10 anni da The Gallery e anche di più dall'esordio Skydancer: è da quei tempi che la fantasia di Micheal Stanne e soci non si è mai arrestata nel suo continuo innovare e rinnovare. Innovare il cosiddetto "Gothenburg Sound", di cui i Tranquillity sono rimasti fra i pochi portabandiera, dopo il cambio di stile degli In Flames e lo scioglimento degli At the Gates. L'album è sostanzialmente una conferma di quello che è lo stile musicale ed artistico del gruppo, forse a scapito dello spirito di sperimentazione, che i Dark Tranquillity avevano lasciato a "briglia sciolta" in Projector.

Le tracce[modifica | modifica wikitesto]

"The New Build", opener del disco, è un brano che ben rappresenta il ponte fra gli esordi del gruppi e le ultime produzioni; è veloce e dura, il growl di Mikael Stanne richiama molto le sonorità di The Mind's I e l'elettronica di Martin Brändström si integra, finalmente, in maniera ottimale con il resto della linea sonora.

"Through Smudged Lenses" e "Out of Nothing", si presentano come una rivisitazione di temi e sperimentazioni già trattati in Damage Done: le commistioni tra nuovi elementi quali gothic, elettronica e industrial, con il tradizionale sound death del sestetto svedese, appaiono interessanti senza però sorprendere eccessivamente.

"One Thought" e "Dry Run", sono brani interessanti, che ben interfacciano le linee sonore di tastiere e pianoforte, con forti tappeti ritmici di chitarra. Lo stesso si può dire di "Am I 1?", che a tratti richiama le sonorità di Projector

Chiudono il disco "Senses Tide" e "My Negation": se la prima si presenta con una pregevole introduzione di tastiere, ma tutto sommato segue le linee melodiche dei precedenti brani, la seconda si rivela essere un piccolo capolavoro, forte di un pathos e di una certa vena di drammaticità.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. The New Build – 4:08
  2. Through Smudged Lenses – 4:13
  3. Out of Nothing – 3:54
  4. The Endless Feed – 4:45
  5. Lost to Apathy – 4:38
  6. Mind Matters – 3:31
  7. One Thought – 4:09
  8. Dry Run – 4:08
  9. Am I 1? – 4:31
  10. Senses Tied – 4:04
  11. My Negation – 6:29

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal