Centrobanca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Centrobanca S.p.A.
Stato Italia Italia
Fondazione 28 maggio 1946 a Milano
Chiusura maggio 2013 (fusione in UBI Banca)
Settore servizi finanziari
Prodotti
  • credit
  • investing
  • trading

Centrobanca - Banca di Credito Finanziario e Mobiliare S.p.A. era una società italiana del gruppo UBI Banca specializzata nell'Investment e Corporate banking con sede legale a Milano in Corso Europa 16, fusa nella capo gruppo UBI Banca nel maggio 2013.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Centrobanca è nata nel 1946 con il nome di Banca Centrale di Credito Popolare e sotto forma di Istituto di Credito Speciale una tipologia di società che ben si coniugava all'ambiente economico-finanziario dell'immediato dopoguerra. In questo periodo in Italia fiorirono molti Istituti e Imprese di Credito (come Efibanca e Mediobanca) con nature differenti ma tutti accomunati dall'obiettivo di favorire il credito alle imprese medio-piccole e aiutare così la ricostruzione e lo sviluppo dell'economia del paese.

Le maggiori partecipazioni erano quelle della Banca Popolare di Novara (22,08%), della Banca Popolare di Milano (16,92%), della Banca Popolare di Bergamo (8,51%) e della Banca Popolare Mantovana (8,13%)[2].

Tra la fine degli anni novanta e il primo decennio degli anni 2000 una serie di aggregazioni e integrazioni bancarie hanno portato Centrobanca a diventare parte del gruppo UBI Banca (Unione di Banche Italiane S.c.p.A) quotato sulla Borsa Italiana di Milano.

Nel maggio 2013 è stata fusa nella capogruppo[1] diventando la Private & Corporate Unity del gruppo UBI.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Comunicato stampa fusione Centrobanca (PDF), ubibanca.it. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  2. ^ Arrigo Cervetto, Lo scontro finanziario e politico sulla chimica su Lotta comunista, aprile 1979
  3. ^ UBI Private & Corporate

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]