Catulle Mendès

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Catulle Mendès

Catulle Mendès (Bordeaux, 22 marzo 1841Saint-Germain-en-Laye, 7 febbraio 1909) è stato un poeta e scrittore francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Catulle Mendès si trasferì da Tolosa a Parigi nel 1859, fondando nel 1860 La Revue fantaisiste, tra i cui collaboratori fu Villiers de l'Isle-Adam. Nel 1863 pubblicò Philoméla, prima raccolta di sue poesie, e nel 1866 sposò la scrittrice Judith Gautier, figlia dell'amico Théophile. Appassionato di musica, si proclamò seguace delle teorie di Richard Wagner dopo un viaggio in Germania. Fu tra i promotori della corrente poetica del Parnasse con Louis-Xavier de Ricard, Leconte de Lisle, François Coppée, Léon Dierx, José Maria de Hérédia e Théodore de Banville e ne scrisse la storia ne La Légende du Parnasse contemporain.

Iniziata, poco dopo il matrimonio, una relazione con la musicista Augusta Holmès, si separò nel 1878 dalla moglie, e dalla Holmès ebbe cinque figli: Raphaël, Huguette, Claudine, Hélyonne e Marthian, ma i due si separarono nel 1886. Legatosi alla poetessa Jeanne Nette, la sposò e ne ebbe il figlio Primice Catulle. L'8 giugno 1891 si batté, senza conseguenze, in duello con René d'Hubert, direttore del giornale Gil Blas. Morì in circostanze non chiarite il 7 febbraio 1909, quando il suo corpo fu trovato senza vita nel tunnel ferroviario di Saint-Germain-en-Laye.

Oltre alle poesie, scrisse opere teatrali e racconti erotici. La sua opera, apprezzata da Verlaine, è l'espressione del decadentismo fine secolo: preziosa e ricercata, è però piuttosto superficiale.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Un raccolta parziale delle sue opere:

Poesie[modifica | modifica sorgente]

  • Philoméla (1863)
  • Poésies, première série (1876)
  • Soirs moroses, Contes épiques, Philoméla, etc; Poésies (7 volumi - 1885)
  • Les Poésies de Catulle Mendès (3 volumi - 1892)
  • La Grive des vignes (1895)

Opere teatrali[modifica | modifica sorgente]

  • La Part du roi (1872)
  • Les Frères d'armes (1873)
  • Justice (1877)
  • Gwendoline (1886)
  • Briséïs (1897)
  • La Femme de Tabarin (1887)
  • Isoline (1888)
  • Médée (1898)
  • La Reine Fiammette (1898)
  • Le Cygne (1899)
  • La Carmélite (1902)
  • Le Fils de l'étoile (1904)
  • Scarron (1905)
  • Glatigny (1906)

Racconti[modifica | modifica sorgente]

  • Le Roi vierge (1880)
  • La Maison de la vielle (1894)
  • Gof (1897).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34460397 LCCN: n80128808