Castello di Muncaster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di Muncaster
(EN) Muncaster Castle
Muncaster Castle.jpg
Stato attuale Regno Unito Regno Unito
Regione/area/distretto Inghilterra Inghilterra
Città Muncaster
Coordinate 54°21′16.9″N 3°22′51.2″W / 54.354694°N 3.380889°W54.354694; -3.380889Coordinate: 54°21′16.9″N 3°22′51.2″W / 54.354694°N 3.380889°W54.354694; -3.380889
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Castello di Muncaster
Informazioni generali
Tipo fortezza, maniero
Costruzione 1258 (?), 1325-XIV secolo, 1862
Visitabile
Sito web http://www.muncaster.co.uk/
[1]
voci di architetture militari presenti su Wikipedia
La facciata principale del castello

Il castello di Muncaster (in inglese: Muncaster Castle) è un castello situato nei pressi del villaggio inglese di Ravenglass, nella parrocchia civile di Muncaster (Lake District, contea di Cumbria), e risalente al XIII-XIV secolo[1][2][3][4], ma rimodellato nella seconda metà del XIX secolo[5] Fu per circa 700-800 anni la residenza della famiglia Pennington, signori di Muncaster.[1][2][3][4][5]

L'edificio è classificato come castello di primo grado.[6]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel luogo in cui sorge il castello, si trovavano in origine delle fortificazioni di epoca romana.[1][2][3][4]

Nel 1208, Muncaster divenne di proprietà della famiglia Pennington.[1][5]

La costruzione del castello iniziò probabilmente nel 1258, per volere di Gamel de Mulcastre.[1]

Nel 1325, fu realizzata la parte più antica del castello tuttora visibile, una torre eretta su delle fondamenta di epoca romana.[2]

Nel 1780, la hall del castello fu trasmormata in una sala da pranzo.[2]

Nel 1862, il quarto signore di Muncaster Gamel Augustus incaricò l'architetto Anthony Salvin di ricostruire l'edificio.[1][2][5]

Nel 1917 morì il quinto e ultimo signore di Muncaster, fratello di Gamel Augustus, e la tenuta fu ereditata dalla famiglia della madre, i Ramsden.[1]

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Esterni[modifica | modifica wikitesto]

Nel parco che circonda il castello, della superficie di 77 acri[2][5], si trova una terrazza del XVIII secolo della lunghezza di mezzo miglio che offre una vista sulle Lakeland Fells e sulla valle del fiume Esk[2][3][5]. Questa terrazza fu descritta da John Ruskin come "la porta d'accesso al Paradiso".[2][5]

Nei giardini, si trova inoltre una collezione di azalee e rododendri provenienti da spedizioni sull'Himalaya degli anni venti.[3]

Chiesa di Muncaster[modifica | modifica wikitesto]

La tenuta attorno al castello comprende anche la chiesa di Muncaster, risalente al XII secolo, ma rimodellata da Anthony Salvin.[2]

Interni[modifica | modifica wikitesto]

Gli interni sono abbelliti da arredi del XVI-XVII secolo e da ritratti di membri della famiglia Pennington.[3]

Negli interni si può inoltre ammirare il celebre Luck of Muncaster, la coppa magica appartenuta a Enrico IV e donata alla famiglia Pennington nel 1464.[1][2][3][5]

Biblioteca[modifica | modifica wikitesto]

Tra le sale più importanti del castello, vi è la biblioteca ottagonale, fornita di circa 6.000 volumi.[2]

Il soffitto della libreria risale al 1780.[2]

Leggende[modifica | modifica wikitesto]

Sul castello di Muncaster circolano molte leggende legate alla presenza di numerosi fantasmi[1][4], in particolare nella sala degli arazzi[1].

Tra questi, vi è quello del buffone di corte Tom Skelton alias Tom Fool, vissuto tra il XVI e il XVII secolo.[1][4] Skelton sarebbe stato, tra l'altro, tra i responsabili della decapitazione di un uomo, di professione carpentiere, la cui unica colpa fu quella di essersi innamorato di Helwise, figlia di Ferdinand Pennington.[1]

Un altro fantasma è quello di una governante di Ravenglass vissuta nel XVII secolo e nota come la Dama Bianca ("White Lady") o Muncaster Boggle.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Muncaster Castle, Haunted Rooms.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Ballard, Barbara, Muncaster Castle, Britain Express. URL consultato il 22 giugno 2016.
  3. ^ a b c d e f g (EN) Muncaster Castle, Historic Houses Association. URL consultato il 21 giugno 2016.
  4. ^ a b c d e A.A.V.V., Inghilterra, Lonely Planet, Victoria - EDT, Torino, 2007, p. 787
  5. ^ a b c d e f g h (EN) Muncaster Castle and Gardens, Visit Cumbria. URL consultato il 22 giugno 2016.
  6. ^ (EN) Muncaster Castle, Historic England. URL consultato il 21 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]