Castello dei burattini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello dei burattini
Monastero di San Paolo, ingresso.JPG
Ingresso del monastero di San Paolo
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàParma
Indirizzoex monastero di San Paolo - via Macedonio Melloni 3/a
Caratteristiche
TipoMuseo
FondatoriGiordano Ferrari
Apertura2002
Sito web e Sito web

Coordinate: 44°48′18.1″N 10°19′44.8″E / 44.805028°N 10.329111°E44.805028; 10.329111

Il castello dei burattini è un museo di Parma in cui sono esposti burattini, marionette, e altri oggetti di scena.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il museo dei burattini si trova nel complesso storico del monastero di San Paolo, affacciato sul giardino segreto e nacque grazie alla ricca collezione di Giordano Ferrari.

Nei circa 300 metri quadrati della galleria sono esposti ben 1500 pezzi di Ferrari consistenti in burattini, marionette, copioni, fotografie, manifesti e altri oggetti riguardanti l'arte dei burattini in generale. E sono solo una parte di quanto l'artista ha costruito e collezionato in oltre sessant'anni di attività.

A questa già ricchissima collezione si sono aggiunte altre tre collezioni donate da Franco Cristofori, Amilcare Adamoli e dal gruppo 80.

La collezione degli oggetti di Cristofori fu un'iniziativa della moglie e dei figli alla sua scomparsa essendo convinti che fosse questa la volontà del giornalista, arricchendo così il museo di oltre mille oggetti di burattini, marionette, copioni, scenari teatrali e altri oggetti per lo spettacolo. Ci sono, inoltre, 134 buste con documenti sulle rappresentazioni del mondo del teatro di figura.

Il fondo costituito dai pezzi dell'ingegnere bresciano Adamoli è composro da un insieme di burattini, effetti speciali, fondali, vestiti, copioni e il teatrino che si era costruito lui stesso.

L'ultima collezione aggiuntiva è composta dai pupazzi televisivi del gruppo 80, guidato da oltre venti anni da Kitty Perria e Enrico Valenti.

Percorso museale[modifica | modifica wikitesto]

Il museo è organizzato in due parti: l'area per i burattini e quella per le marionette. I burattini sono disposti secondo un ordine geografico: sono, infatti, collocati secondo le regioni di provenienza. Le marionette sono posizionate in base alla scelta di mettere in rilievo le più notevoli compagnie degli ultimi tre secoli.

Un'ultima sala nel museo è destinata a tutta la famiglia Ferrari: infatti è proprio in questa stanza che vengono esposti i burattini che sono appartenuti a tutti i membri della famiglia: la maggioranza sono quelli costruiti da Giordano Ferrari.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]