Carnevale di Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johannes Lingelbach, Carneval in Rom

Il Carnevale di Roma, o Carnevale romano, si festeggia a Roma nel periodo dell'anno che precede la Quaresima; fortemente ispirato ai Saturnalia degli antichi Romani, il carnevale fu uno dei principali festeggiamenti della Roma papalina[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del carnevale romano risalgono ai Saturnali, festività religiose dell'antica Roma caratterizzate da divertimenti pubblici, riti orgiastici, sacrifici, balli e dalla presenza di maschere.

A partire dal X secolo si svolsero festeggiamenti carnascialeschi sul monte Testaccio, con l'intento di richiamare l'antica festività romana. Dalla metà del XV secolo i giochi, per volontà di papa Paolo II, si svolsero in via Lata (attuale via del Corso).

L'evento principale era la corsa dei cavalli berberi: tanti nobili, reali, artisti e viaggiatori accorrevano a Roma per la corsa e ne lasciarono traccia nei loro scritti fino all'Unità d'Italia. Pochi anni dopo, nel 1874Vittorio Emanuele II decise di abolire per sempre questo evento a causa della morte di un giovane, che assisteva alla corsa e fu travolto e ucciso. Questo fatto segnò così l'inizio del declino del Carnevale romano.

Il Carnevale di Roma in Via del Corso nel 1836. In fondo, si nota l'Obelisco Flaminio a Piazza del Popolo.

Spettacoli[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

La principale maschera del carnevale romano era Rugantino, ma erano presenti anche i vari Norcini, Aquilani, Facchini e Pulcinella[2] nonché Meo Patacca, il generale Mannaggia La Rocca, Cassandrino, don Pasquale de' bisognosi.

Il carnevale romano nella letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rendina, 247.
  2. ^ Rendina, 248.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Rendina, Enciclopedia di Roma, Roma, Newton Compton Editori, 2005, ISBN 88-541-0304-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]