Obelisco Flaminio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°54′38.56″N 12°28′34.88″E / 41.910711°N 12.476356°E41.910711; 12.476356

Obelisco Flaminio a piazza del Popolo

L'obelisco Flaminio è uno dei tredici obelischi antichi di Roma, situato in piazza del Popolo.

Ha una altezza di 24 metri, e con il basamento e la croce raggiunge i 36,50 m.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu realizzato all'epoca dei faraoni Ramesse II e Seti I (XIII secolo a.C.) e collocato nel tempio del Sole di Eliopoli in Egitto; venne portato per volere di Ottaviano Augusto a Roma nel 10 a.C. insieme all'obelisco di Montecitorio, e collocato sulla spina del Circo Massimo, seguito tre secoli più tardi dall'obelisco Lateranense.

L'iscrizione sull'obelisco

Fu ritrovato nel 1587 rotto in tre pezzi insieme all'obelisco Lateranense, ed eretto per ordine di papa Sisto V ad opera di Domenico Fontana nel 1589.

Nel 1823 Giuseppe Valadier lo ornò di una base con quattro vasche circolari e altrettanti leoni in pietra, di stile egizio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Armin Wirsching, Obelisken transportieren und aufrichten in Aegypten und in Rom, Norderstedt 2007 (2nd ed. 2010), ISBN 978-3-8334-8513-8
  • L'Italia. Roma (guida rossa), Touring Club Italiano, Milano 2004
  • Cesare D'Onofrio, Gli obelischi di Roma, Bulzoni, 1967

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]